Home / Focus /

Ciclovia del canale Navile

La ciclovia del Navile è un percorso ciclopedonale che si dispiega lungo le sponde dell’omonimo canale, dal centro di Bologna fino a Bentivoglio, ideale per trascorrere qualche ora all’aperto tra bellezze naturalistiche e gioielli dell’archeologia industriale.

Il canale Navile, costruito tra la fine del 1100 e l’inizio del 1200, collegava in origine Bologna a Venezia e rappresentava un’importante via di collegamento per i traffici commerciali marittimi perché navigabile fino al mare grazie a tutti i “sostegni” (chiuse) e le opere idrauliche costruite lungo il suo percorso. Rimase in uso fino al secondo dopoguerra e lungo le sue rive si attestarono insediamenti produttivi che sfruttavano l’energia data dall’acqua con le ruote a pale, come le fornaci, i mulini e le piccole centrali elettriche.

La ciclovia inizia da Porta Galliera, per raggiungere, poco fuori porta Lame, il Sostegno della Bova e, subito dopo, il Parco di Villa Angeletti che si sviluppa lungo la sponda destra del canale. 

Lungo la strada si potrà visitare anche il Museo del Patrimonio Industriale che documenta la storia economico-produttiva della città e del suo territorio dall’Età Moderna a quella Contemporanea. 

Si potranno ammirare poi numerosi sostegni risalenti al XV e XVI secolo, come il Sostegno del Torreggiani, del Landi, del Grassi, riedificato dal Vignola, e di Corticella, dove sorgeva il primo porto di Bologna, raggiungibile dopo aver attraversato il Ponte della Bionda.

Sempre a Corticella, infine, sorge il Ponte di Corticella, già ricordato in documenti del XIII secolo e risalente al 1289.

A questo punto l'itinerario supera il ponte ed entra nell'area comunale di Castel Maggiore. L'ultimo tratto Corticella-Castello è stato inaugurato sabato 21 maggio 2016 alle ore 12.00 in località Castello.
Sono in corso i lavori per prolungare la ciclovia fino a Malalbergo.

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter e resta aggiornato su eventi e offerte

Iscriviti