Welcome is Bologna

Imola e Dozza

MAP

Considerando Imola come punto di partenza ideale per scoprire il territorio, non è possibile non iniziare questo itinerario dall’Autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola.

Una passeggiata nel Parco delle Acque Minerali, situato proprio al centro dell’Autodromo, rivelerà angoli nascosti da cui ammirare scorci panoramici sulla pista imolese. Una sosta al monumento dedicato a Senna.

Altro punto di interesse fondamentale della città è la Rocca Sforzesca: una imponente struttura difensiva che difende e rappresenta emblematicamente Imola.

A qualche chilometro da Imola, vi è Dozza: uno dei cento borghi più belli d’Italia, adagiato sulle colline coltivate a vigna è un piccolo scrigno medievale che racchiude una bellezza sorprendente. La Rocca di Dozza domina il borgo: al suo interno, la casa museo ed il drago Fyrstan. Nei suoi sotterranei, l’Enoteca Regionale dell’Emilia Romagna, dove è possibile degustare ed acquistare le migliori produzioni vinicole di tutta la regione.

Per chiudere questa giornata nel territorio imolese, i vicoli di Dozza sapranno colpire i visitatori, ammaliandoli con i suoi Muri Dipinti: ogni due anni, infatti, il borgo ospita la Biennale del Muro Dipinto, che arricchisce le strade della cittadina con nuove opere, regalate da artisti italiani.

Autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola

Autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola

Ha ospitato alcune tra le più importanti manifestazioni motoristiche italiane come il Gran Premio di San Marino di Formula Uno, oggi ospita eventi come il Gran Premio d’Italia del campionato mondiale Superbike e il Campionato Italiano Turismo Endurance.

Rocca sforzesca di Imola

Rocca sforzesca di Imola

Le origine della struttura risalgono alla seconda metà del XIII secolo, questo è uno splendido esempio edificio fortificato a cavallo tra Medioevo e Rinascimento

Dozza

Dozza

Riconosciuto come uno dei borghi più belli d'Italia, è teatro della Biennale di arte contemporanea del Muro Dipinto

Rocca di Dozza

Rocca di Dozza

Edificio di prima costruzione trecentesca, è rimasto abitato fino alla metà del '900 ed è poi stata trasformata in casa museo.