Home / Focus /

I cammini da non perdere

Bologna è punto di partenza e di arrivo di numerosi cammini che, dal centro città o dalle sue vicinanze si diramano per addentrarsi nelle verdi colline e pianure, raggiungendo santuari, luoghi naturalistici di indescrivibile fascino o addirittura altre città. Da percorrere a tappe di più giorni, in giornata o solamente per qualche ora; per camminatori esperti, amatoriali o semplicemente per chi ama la natura, ce n'è per tutti i gusti! Eccone alcuni dei più affascinanti.

Tra i più noti si annoverano sicuramente la Via degli Dei e la Via della Lana e della Seta che collegano Bologna rispettivamente a Firenze e a Prato attraverso gli incantevoli Appennini. Inoltre, collegano l’Emilia alla Toscana anche la Piccola Cassia e la Via della Futa SS65, leggendaria grazie alle quattro ruote e alla celeberrima “MilleMiglia”. Arriva fino alle Marche, invece, l’Alta Via dei Parchi, snodandosi lungo il crinale dell’Appennino tosco-emiliano.

Con i suoi oltre 200 km, la Linea Gotica, attraversa l’intero Appennino Bolognese e permette non solo di ammirare splendidi panorami, ma anche di scoprire la storia che ha segnato questo territorio durante la Seconda Guerra Mondiale. Un balzo indietro nel tempo è garantito anche percorrendo la Flaminia Militare, risalente ai tempi romani.

Infine, più spirituali, sono la Mater Dei, percorso dedicato ai Santuari Mariani, e il Cammino di Sant’Antonio, che, tra Veneto, Emilia-Romagna e Toscana, unisce i luoghi dove il Santo visse e professò la fede agli inizi del XII secolo.


Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter e resta aggiornato su eventi e offerte

Iscriviti