Portici di via Castiglione | via Castiglione porticoes

Home / Blog /

Cosa fare e vedere gratis a Bologna

Pubblicato il 05 marzo 2020 Da Bologna Welcome

Cerchi una mostra o un museo gratuito in città? Vuoi vedere i luoghi dell'università, della vita culturale e studentesca senza spendere un euro? A Bologna sono diverse le attività da fare e luoghi da visitare totalmente gratis. Eccone alcune imperdibili!


Un percorso all'insegna della cultura

Bologna è ricca di storia e cultura ad ogni angolo e passeggiare per il suo centro storico medievale, tra i meglio conservati al mondo, è come aggirarsi per le sale di un museo a cielo aperto. Sono quindi tanti i luoghi da scoprire gratuitamente- come la Piccola Venezia o le Tre frecce nella capriata di Corte Isolani – ma altrettanto numerosi sono gli edifici.



Una delle più importanti si trova in Piazza Maggiore: Palazzo D’Accursio, sede del Comune, è testimone di fatti storici di grande rilievo. Al suo interno, salendo la scala cinquecentesca attribuita al Bramante potrai visitare le sale-loggia e le cappelle. Inoltre, dalle vetrate di cristallo del pavimento di Salaborsa si possono ammirare i resti della città romana. La Biblioteca universitaria accoglie, infine, sale monumentali che vi permetteranno di tuffarvi in una storia ricca di eventi e personaggi famosi. Per visitarla è necessario partecipare ad una delle visite guidate organizzate all'interno di Palazzo Poggi.




Perdersi nella natura

Oltre ai famosi Giardini Margherita e ai numerosi parchi che scandiscono gli spazi verdi della città, come Villa Ghigi o Villa Spada, non puoi perderti due esperienze alla scoperta di piante e animali rari e affascinanti. In Via Irnerio potrai immergerti nelle quattro serre dell’Orto Botanico, due tropicali e due di piante succulente, oltre a una piccola serra che ospita piante insettivore. Il sistema universitario offre, inoltre, la possibilità di visitare la Collezione di Zoologia, una delle più importanti in Italia, con una varietà delle specie animali rari e affascinanti. 




Visitare musei insoliti

A Bologna puoi trovare collezioni ed esposizioni gratuite su temi peculiari. La Collezione delle Cere Anatomiche “Luigi Cattaneo” ospita una raccolta di cere ottocentesche per scoprire tutto sul corpo umano. Se invece la tecnologia, l’arte e l’innovazione sono le tue passioni, la Fondazione MAST propone progetti all'insegna dell’integrazione tra impresa e comunità, con attività gratuite per tutte le età, oltre ad un programma di mostre sempre coinvolgenti. Nel Museo per la memoria di Ustica sono invece custoditi i resti del DC9 Itavia abbattuto durante il suo viaggio da Bologna a Palermo. A fare da cornice è l’installazione di Christian Boltanski, luci, specchi neri e altoparlanti, che omaggiano le vittime della tragedia. Il Museo Davia Bargellini ospita, invece, la Quadreria Davia Bargellini e la raccolta d’arti applicate insieme a mobili, suppellettili di pregio e oggetti rari. Infine, la Collezione Lercaro comprende opere di nomi illustri come Mimmo Paladino, Giacomo Balla, Giorgio Morandi e molti altri.




Perdersi tra le sale della Pinacoteca Nazionale

Lo sapevi che ogni prima domenica del mese l'ingresso alla Pinacoteca è gratuito?
Con una vasta programmazione di aperture straordinarie, la Pinacoteca Nazionale e la sua sede distaccata di Palazzo Pepoli Campogrande ti aspettano per girovagare tra le loro magnifiche sale. Inoltre, ogni venerdì d'estate, passeggia gratis tra le opere di artisti di grande valore alla scoperta della pittura emiliana dal XIII al XVIII secolo scorgendo, tra gli altri, i famosi Giotto, Perugino, Raffaello, Tiziano, Carracci e Guido Reni. 


Immergersi nella cultura religiosa della città

Da non dimenticare le chiese, vere e proprie perle di storia e cultura: da San Petronio a Santo Stefano, da San Domenico a San Luca, accolgono architetture uniche e preziose opere d’arte. Sotto al portico che costeggia la Chiesa di San Giacomo Maggiore ti imbatterai nell'Oratorio di Santa Cecilia e Valeriano, con il più importante ciclo pittorico del rinascimento bolognese. Di grande fascino è anche il cimitero monumentale della Certosa di Bologna. Fondato sulle strutture del convento certosino, riflette la cultura neoclassica locale. Al suo interno si trovano le tombe di Lucio Dalla, Giosue Carducci, Giorgio Morandi e molte altre figure illustri. Infine, su uno dei colli troverai il Complesso di San Michele in Bosco. Immergiti in un percorso attraverso il corridoio in cui potrai sperimentare l’effetto ottico del “cannocchiale” e visitare la raccolta di volumi e affreschi, il chiostro e il refettorio realizzato da Giorgio Vasari.



Newsletter

Newsletter

Iscriviti alla Newsletter di Bologna Welcome e resta aggiornato su eventi e offerte

Iscriviti