Welcome is Bologna

Riscoprire Bologna... in marzo

Dal: 3/03/2018 - Al: 31/03/2018

Tel: +39 348 1431230 (pomeriggio e sera)

Data ultimo aggiornamento: 21/02/2018, 13:02

Visite guidate a cura di Didasco: divertenti passeggiate per riscoprire insieme la nostra città!
Questo il calendario in marzo 2018:

Sabato 3 marzo, ore 16.00Splendore barocco: San Paolo Maggiore
Dominata dal bellissimo soffitto dipinto dai fratelli Rolli, la chiesa di San Paolo Maggiore è un vero gioiello inaspettato del barocco bolognese. La severa facciata, infatti, non prepara il visitatore all’esplosione di luce, colore e sculture che caratterizza invece l’interno. Oltre alle pitture di Ludovico Carracci, del Guercino, di Lucio Massari, del Cavedoni e di tutti gli altri pittori potremo apprezzare anche una delle più belle sculture presenti nella nostra città: la decollazione di San Paolo, opera grandiosa di Alessandro Algardi.
Ritrovo ore 16.00 all’ingresso della chiesa, via Carbonesi 18. Contributo per la chiesa 2€.

Domenica 4 marzo, ore 10.30 - Dietro il portone: Palazzo Pepoli Campogrande e la Quadreria Zambeccari
A due passi dalle Due Torri lo straordinario palazzo "nuovo" della storica famiglia dei Pepoli è magnificamente affrescato con scene caratterizzate da geniali sfondati prospettici, la grande arte pittorica bolognese della fine del XVII. Incontreremo maestri assoluti quali Domenica Maria Canuti con "L'apoteosi di Ercole in Olimpo", i fratelli Rolli con "L'allegoria di Felsina", Giuseppe Maria Crespi con "Il Trionfo di Ercole (le Stagioni)" e "l'Olimpo", Donato Creti con "Alessandro Magno taglia in nodo di gordio". Il palazzo ospita anche la Quadreria Zambeccari, fra le più importanti collezioni bolognesi, di cui scopriremo alcuni capolavori!
Ritrovo ore 10.30 davanti al palazzo, via Castiglione 7.
Ingresso al palazzo gratuito.

Giovedì 8 marzo, ore 18.00 - Scienziate, artiste, muse: le grandi donne bolognesi + apericena
Laura Bassi fu la prima donna a insegnare all'Università in età moderna, Lavinia Fontana ed Elisabetta Sirani furono pittrici famose e apprezzate, Cornelia dè Rossi fu la musa di Foscolo mentre la Teresa Carniani quella di Leopardi...per scoprire le vicende di queste donne (e i molti gossip che ruotano attorno a loro....) affidatevi alla simpatia e alle vaste conoscenze di Ilaria!
E per festeggiare le donne adeguatamente termineremo la visita presso il Lab 16, Via Zamboni 16/D, per un'apericena coi fiocchi!
Ritrovo ore 18.00 alla Fontana del Nettuno
L’Associazione chiede un contributo di 15€ (visita + prima consumazione aperitivo)

Domenica 11 marzo ore 9.30, ore 11.00 e ore 12.30 - I Bagni di Mario o Conserva di Valverde
Finalmente riaperta al pubblico la magnifica cisterna rinascimentale detta Conserva di Valverde, un gioiello della Bologna sotterranea al centro di un complesso sistema di raccolta delle acque dirette verso la città e la Fontana del Nettuno! Un'emozione unica, una visita imperdibile!
PRESENTARSI CON LIBERATORIA (SCARICA QUI) COMPILATA E FIRMATA
Guida: Michela Cavina
PRIMO TURNO - Ritrovo ore 9.30 in via Bagni di Mario 10
SECONDO TURNO - Ritrovo ore 11.00 in via Bagni di Mario 10
TERZO TURNO - Ritrovo ore 12.30 in via Bagni di Mario 10
Contributo extra per l'apertura 5€.
Massimo 15 partecipanti.
E' obbligatorio indossare scarpe chiuse comode con suola di gomma, portate una torcia elettrica per illuminare i particolari. E non dimenticate la macchina fotografica!

Domenica 11 marzo, ore 15.30L'Oratorio di San Carlo: un tesoro salvato dai bombardamenti
Risparmiato dai bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale, questo oratorio vi stupirà, per la sontuosità della decorazione e la bellezza delle iconografie. Una vera sorpresa per gli amanti dell’arte bolognese.
L’appuntamento è alle ore 15.30 all’ingresso dell’Oratorio,in via del Porto 5. Contributo per l'apertura 2€.

Martedì 13 marzo, ore 16.30Dietro al portone: PALAZZO DEL MONTE GAUDENZI
VISITA ESCLUSIVA!! Si aprono per noi le porte del pregevole Palazzo Dal Monte Gaudenzi, progettato forse dal Peruzzi, realizzato da Tebaldo Tebaldi (il padre di Domenico e Pellegrino) e da Andrea Marchesi da Formigine e decorato nel suo interno da Serafino Barozzi. Oggi il palazzo è sede del CIRSFID, Centro Interdipartimentale di Ricerca in Storia del Diritto, Filosofia e Sociologia del Diritto e Informatica Giuridica
Ritrovo ore 16.30 all’ingresso del palazzo, via Galliera 3.

Sabato 17 marzo, ore 15.00 e ore 16.30 - Gelato Carpigiani: una dolce eccellenza bolognese
In collaborazione con le bravissime guide del Museo Carpigiani esploreremo la storia del Gelato dall'Antico Egitto all'Impero Romano, dal Medioevo all'Ottocento, fino alle macchine che tutt'ora costituiscono una delle eccellenze della nostra città. E al termine della visita, per rinfrancarci, una degustazione del gelato Carpigiani!
Guida: Michela Cavina
PRIMO TURNO - Ritrovo ore 15.00 in Via Emilia 45, Anzola
SECONDO TURNO - Ritrovo ore 16.30 in Via Emilia 45, Anzola
L’Associazione chiede un contributo di 12€ per adulti e 7€ per bambini sotto i 12 anni, compreso l'ingresso al Museo Carpigiani.
Non dimenticate la macchina fotografica!

Domenica 18 marzo, ore 10.00 e ore 11.30 - La Cripta di San Zama, un tesoro ritrovato
Finalmente riaperta al pubblico dopo un lunghissimo periodo di oblio, la Cripta di San Zama ci riporta alle origini della fede nella nostra città, al primo vescovo cristiano e ai primi fedeli. Dopo un'introduzione storica, che metterà in risalto gli stretti legami tra San Zama, la cattedrale di San Pietro e il suggestivo complesso di Santo Stefano, la visita proseguirà nella cripta, realizzata attorno al 1100 con numerosi pezzi di riutilizzo risalenti all'età romana.
PRESENTARSI CON LIBERATORIA (SCARICA QUI) COMPILATA E FIRMATA
Guida: Michela Cavina
PRIMO TURNO - Ritrovo ore 10.00 in via dell'Abbadia 1
SECONDO TURNO - Ritrovo ore 11.30 in via dell'Abbadia 1
Contributo extra per l'apertura 5€.
E' obbligatorio indossare scarpe chiuse comode con suola di gomma. Se volete potete portate una torcia elettrica. E non dimenticate la macchina fotografica!

Domenica 18 marzo, ore 15.30 - ABC della Certosa: tour introduttivo
na passeggiata dedicata a chi non ha mai visitato il complesso monumentale oppure vuole approfondire come si è sviluppato, dai chiostri più antichi a quelli più recenti, l'ABC della nostra Certosa, dalla necropoli etrusca al monastero certosino, dall'istituzione del "cimitero moderno" ai capolavori più famosi e tante, tante curiosità.
Guida: Michela Cavina
Ritrovo ore 15.30 in via della Certosa 18 (ingresso chiesa).
ATTENZIONE: per FOTOGRAFARE occorre avere il permesso che viene rilasciato gratuitamente e UNICAMENTE dagli uffici dei Servizi Cimiteriali.  Scaricare qui il modulo, compilarlo e inviarlo, insieme alla scansione di un documento di identità all'indirizzo marialilia.marinato@bolognaservizicimiteriali.it (tel. 051.6150882) qualche giorno prima della visita guidata

Sabato 24 marzo, ore 15.30Dietro al portone: PALAZZO SPADA oggi Circolo della Caccia
VISITA ESCLUSIVA!! Il 14 novembre 1888 veniva fondato a Bologna il Circolo della Caccia, con lo "scopo di occuparsi di quanto concerne gl’interessi della caccia nella provincia di Bologna e di procurare ai propri soci un’utile e gradevole riunione". Da quel momento il Circolo diventa testimone dei cambiamenti nel tessuto sociale e nell’aspetto della città. La Didasco vi propone un’occasione unica per visitare la bellissima sede del Circolo, ospitato oggi nel bellissimo palazzo Zagnoni-Spada, decorata dalle pitture di Girolamo Dal Pane, di Andrea Bisteghi, di Giuseppe Badiali e tanti altri.
Ritrovo ore 15.30 all’ingresso del palazzo, via Castiglione 25.

Sabato 31 marzo, ore 10.30 - Dal Buon Pastore al Crocefisso: l'immagine di Gesù nei monumenti della Certosa
I monumenti della Certosa presentano l'immagine di Gesù "declinata" in molte forme: si va dal giovane Buon Pastore, di ispirazione bizantina, ripreso dai monumenti di Ravenna fino al Crocefisso di Enrico Barberi, il cui volto è modellato su quello di un uomo veramente deceduto, fino alla Pietà della Tomba Tempesta, eseguita da Luciano Minguzzi su esempio della Pietà Rondanini di Michelangelo. Un percorso pasquale tra arte e simboli alla riscoperta dei mille volti di Cristo.
Guida: Michela Cavina
Ritrovo ore 15.30 in via della Certosa 18 (ingresso chiesa).
ATTENZIONE: per FOTOGRAFARE occorre avere il permesso che viene rilasciato gratuitamente e UNICAMENTE dagli uffici dei Servizi Cimiteriali.  Scaricare qui il modulo, compilarlo e inviarlo, insieme alla scansione di un documento di identità all'indirizzo marialilia.marinato@bolognaservizicimiteriali.it (tel. 051.6150882) qualche giorno prima della visita guidata


Inoltre visite guidate alle mostre - REVOLUTIJA. Da Chagall a Malevich, da Repin a Kandinsky (3-23/03); VIVIAN MAIER - La fotografa ritrovata (16-24-29/03)  per info 348 1431230


Maggiori informazioni e aggiornamenti www.didasconline.it

  • Dal: 3/03/2018
  • Al: 31/03/2018

Tutte le iniziative dell'Associazione Didasco sono rivolte ai soci. Sarà possibile associarsi al momento della visita guidata compilando l'apposito modulo e ricevendo la tessera (da presentare alle visite successive). La quota associativa è di 10€ per gli adulti e 5€ per i bambini e la prima visita guidata ordinaria (quota di partecipazione 10€ per gli adulti e 5€ per i bambini) è in omaggio.
Il biglietto d'ingresso a musei e collezioni non è compreso nella quota di partecipazione. Per ogni ingresso in Certosa 2 euro saranno devoluti alla valorizzazione del cimitero monumentale.

Agevolazioni per soci Touring Club Italiano, Fameja Bulgneisa, Ragazzi di San Cristoforo, Il Chiostro dei Celestini - Amici dell'Archivio di Stato di Bologna, Amici della Certosa. Possibilità di abbonamenti.
Minimo 10 partecipanti.
Le visite si terranno anche in caso di maltempo.
Prenotazione obbligatoria al numero 348 1431230 (pomeriggio e sera).