Welcome is Bologna

Museo per la memoria di Ustica

c/o Ex Magazzino ATC, Via di Saliceto, 5 - 40128 Bologna (BO)

Tel: 051 377680

Riferimento mappa: H-11

Data ultimo aggiornamento: 27/11/2019, 12:37

Il Museo per la Memoria di Ustica di Bologna è stato realizzato da Christian Boltanski, autore parigino, e nasce per volontà dell'Associazione dei Parenti delle Vittime della Strage di Ustica presieduta da Daria Bonfietti.
L'installazione permanente di Boltanski circonda i resti del DC9 abbattuto il 27 giugno 1980 mentre si dirigeva verso l'aeroporto di Palermo. A un anno di distanza dal suo ritorno a Bologna, il relitto dell'aereo passeggeri viene mostrato nella cornice suggestiva ed evocativa che l'artista francese ha appositamente creato per la città. Le 81 vittime della strage sono ricordate attraverso altrettante luci che dal soffitto del Museo si accendono e si spengono al ritmo di un respiro. Intorno al velivolo ricostruito 81 specchi neri riflettono l'immagine di chi percorre il ballatoio, mentre dietro ad ognuno di essi 81 altoparlanti emettono frasi sussurrate, pensieri comuni e universali, a sottolineare la casualità e l'ineluttabilità della tragedia. Nove grandi casse nere sono state disposte dall'artista intorno ai resti riassemblati del DC9: in ognuna di esse sono stati raccolti decine di oggetti personali appartenuti alle vittime. Scarpe, pinne, boccagli, occhiali e vestiti che documenterebbero la scomparsa di un corpo, rimangono così invisibili agli occhi dei visitatori. Solo le loro immagini sono state ordinatamente impaginate nella "Lista degli oggetti personali appartenuti ai passeggeri del volo IH 870", una pubblicazione che, coinvolgendo lo spettatore direttamente nella memoria dell'avvenimento, lo vede protagonista nella ricostruzione della verità.

Il Museo per la Memoria di Ustica è sostenuto da:
Comune di Bologna
Regione Emilia-Romagna
Provincia di Bologna
Ministero della Giustizia
Ministero per i Beni e le Attività Culturali
Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna

in bus: linee e orario sul sito www.tper.it

in auto: tangenziale uscite 6 e 7 direzione centro

by car sharing: potete raggiungere la destinazione in maniera autonoma utilizzando Auting, un servizio di car sharing fra privati. Cerca su auting.it l’auto più vicina a te e adatta alle tue esigenze, contatta il proprietario e parti!

giovedì e venerdì 9 -13
sabato e domenica 10 - 18.30

Aperture e chiusure per le festività 2019-2020

8 dicembre 2019 h 10.00 - 18.30
24 e 31 dicembre 2019 chiuso
Natale (25 dicembre 2019) chiuso
Santo Stefano (26 dicembre 2019) h 9.00 – 13.00
Capodanno (1° gennaio 2020) chiuso
Epifania (6 gennaio 2020) chiuso

Disabilità motoria e difficoltà di movimento

Il museo è complessivamente accessibile, gli spazi ampi: movimento e sosta risultano molto agevoli sia nella sala principale sia nella sala video. E’ presente un bagno per disabili, molto spazioso: da segnalare solo che mancano i maniglioni.

 

 

Disabilità uditive

L’entrata del museo non è ancora corredata di pannelli informativi riguardo alla collocazione geografica e storica dell’evento. Il museo è visitabile in autonomia, anche se la completa fruizione dei contenuti potrebbe essere difficoltosa per i visitatori sordi, poiché l’esposizione è accompagnata da audio non introdotti o annunciati da testo o supporto visivo in entrata. Alcuni libretti cartacei completano la comprensione dell’intento espositivo. È disponibile un video, non sottotitolato, che completa l’informazione con immagini e audio. Non sono previste modalità di comunicazione visiva in caso di allarme nei bagni.

 

 

Disabilità visive

Il percorso espositivo è caratterizzato da due livelli: quello superiore con apparati audio e multimediali, e il livello inferiore dove è collocato l’aereo ricostruito insieme alle casse con gli oggetti appartenuti ai passeggeri. Quest’area è accessibile per i disabili visivi previa prenotazione del servizio didattico del MAMbo, i cui operatori dimostrano grande impegno nel supplire all’assenza di una formazione specifica per l’accoglienza dei disabili visivi.

Sono assenti materiali esplicativi in braille o in caratteri ingranditi.

Per maggiori informazioni consulta qui.

Museo per la Memoria di Ustica

Nelle vicinanze