Welcome is Bologna

Museo Internazionale e Biblioteca della Musica

c/o Palazzo Aldini Sanguinetti, Strada Maggiore 34, 40125 Bologna (BO)

Tel: +39 051 2757711

Fax: +39 051 2757728

Riferimento mappa: D-5

Data ultimo aggiornamento: 27/02/2019, 16:29

Il Museo Internazionale e Biblioteca della Musica, inaugurato nel 2004, ha sede nel centro storico di Bologna all’interno del prestigioso Palazzo Sanguinetti e ospita un percorso espositivo molto vario.

Il museo Museo Internazionale e Biblioteca della Musica fa parte del circuito della Bologna Welcome Card. Per i possessori della Card l'accesso è gratuito. 

Le sale splendidamente affrescate includono una selezione di documenti storici di enorme valore: trattati, volumi, libretti d’opera, lettere, manoscritti, partiture autografe provenienti dal lascito di Giambattista Martini, padre spirituale del Museo, a cui sono dedicate le sale 2 e 3. In queste sono presenti dipinti che illustrano i rapporti di padre Marini con le personalità di spicco del mondo musicale dell'epoca, tra cui Mozart e Bach. L'itinerario prosegue per le altre sale del Museo, dedicate a importanti teorici musicali dal '400 al '600 (Sala 4 o L'idea della Musica), a testi di musica molto rari risalenti ai secoli XVI e XVII e a vari strumenti musicali di pregio (Sala 5 o Sala delle Arti), ad autori e periodi specifici come il Settecento e Carlo Broschi detto Farinelli nella sala 6, l'Ottocento e Gioachino Rossini nella sala 7, libri e strumenti del XVIII e XIX secolo nella sala 8, per arrivare infine all'ultima sala che rende omaggio a due importanti protagonisti della cultura musicale bolognese, Giuseppe Martucci e Ottorino Respighi.

Oltre alla sale, il Museo ospita una ricostruzione fedele del laboratorio del famoso liutaio bolognese Otello Bignami, donato dagli eredi al Museo della Musica, di una sala eventi, di postazioni multimediali, laboratori didattici, di uno spazio mostre temporanee e di un bookshop.

Il Museo non si propone quindi solo come luogo di conservazione e valorizzazione del patrimonio musicale “classico”, ma anche come territorio di contaminazione, ricerca e promozione, adatto ad addetti ai lavori e semplici appassionati.

in bus: linee e orario sul sito www.tper.it

in auto: situato in zona a traffico limitato ZTL. Uscite tangenziale più vicine n. 11/11bis-12 direzione centro

  • Intero € 5,00, ridotto € 3,00 (visitatori over 65 anni, visitatori di età maggiore di 18 anni e minore o uguale a 25 anni, gruppi di almeno 10 unità, possessori Family Card e Carta Giovani del Comune di Bologna, enti e associazioni convenzionati 
  • Biglietto gratuito: prima domenica del mese, visitatori di età fino a 18 anni compiuti, studenti Scuole Secondarie di II grado, studenti universitari muniti di tesserino, due accompagnatori per gruppo scolastico,  1 accompagnatore per gruppo di almeno 10 unità,  1 accompagnatore di minore che partecipa a laboratori programmati dal museo, guide turistiche munite di tesserino,  giornalisti muniti di tesserino, portatore di handicap e accompagnatori, soci ICOM, enti e associazioni convenzionati,soggetti elencati art. 4 co 3 lettera a, b, d, e, f, g, h, i - Decreto n. 507 del 11/12/1997 e ss.mm. (anche studenti e docenti del Conservatorio e di altri istituti equiparati di cui alla lett. h), possessori Card Musei Metropolitani,  possessori Bologna Welcome Card

Disabilità motoria e difficoltà di movimento

 

Il museo può presentare alcune difficoltà per persone con disabilità motorie e difficoltà di movimento. All’ingresso infatti sono presenti due gradini, senza corrimano, e il citofono per chiamare il personale addetto è collocato al secondo gradino a un’altezza di 150 cm da terra. Per superare i gradini il personale può installare due rampe mobili in alluminio, a binario, che presentano una pendenza di circa il 20%. A chi utilizzi una carrozzina con larghezza superiore ai 74 cm può non essere garantito l'accesso a tutte le sale espositive.

 

Disabilità uditive

L’accesso e la visita in autonomia da parte di persone con disabilità uditive possono presentare delle difficoltà in assenza di pannelli introduttivi, video o altri supporti visivi che agevolino l’orientamento e la comprensione dei criteri del percorso espositivo. In alcuni ambienti ci sono un’acustica particolare e, talvolta, l’immissione di musica durante le esposizioni, senza preavviso scritto o luminoso. Non sono previste modalità di comunicazione visiva in caso di allarme nei bagni nè in ascensore.

 

Disabilità visive

 

I reperti sono prevalentemente conservati sotto teca. Tuttavia, in alcune sale è possibile esplorarne tattilmente alcuni previa prenotazione, con guanti e assistenza forniti dal personale del servizio didattico del museo che risulta ben preparato all’accoglienza dei disabili visivi. Sono assenti materiali esplicativi in braille o in caratteri ingranditi e le didascalie risultano di difficile leggibilità per visitatori ipovedenti.

Per maggiori informazioni consulta qui.

Photogallery