Overlogic band

Home / Blog /

Gli Overlogic e la musica elettronica a Bologna

Pubblicato il 20 luglio 2022 Da Bologna Welcome

Bologna si racconta

La Bologna di oggi, fatta da chi lavora dietro le quinte, si impegna nel sociale e nella promozione territoriale, di eccellenze, di bolognesi di origine e adozione.

Si racconta in Promenade...

Overlogic, un duo di musica elettronica partito al di fuori di Bologna

Parlateci del vostro progetto musicale e di come la città vi abbia accolti 

Siamo Emanuele, batterista, e Francesco, alla tastiera e voce e veniamo precisamente dall'Abruzzo. Ci siamo ritrovati in questa città attratti dalla moltitudine di situazioni artistiche e culturali che ci hanno decisamente supportato all'inizio della nostra carriera. Questo non è affatto scontato: quello che manca a volte sono le situazioni di confronto, indispensabili per avviare un qualsivoglia progetto, e Bologna, come poche altre città, fa eccezione permettendo a una moltitudine di artisti di entrare in contatto.

Il nostro progetto è cresciuto molto grazie solo a questa idea, abbiamo conosciuto musicisti e professionisti che ci stanno dando una grande mano che non smetteremo mai di ringraziare.

 

La Bologna di domani: cosa vi aspettate e cosa vorreste trovarvi?

Gli spazi dove fare arte sono meno di quanto ci aspettassimo, a volte bloccati da lunghissime procedure burocratiche. Quello che speriamo è una flessibilità maggiore nel settore soprattutto per quanto riguarda la cessione di luoghi poco utilizzati.

 

Fare musica elettronica in città. Ci sono aneddoti curiosi da raccontare?

La scorsa estate abbiamo suonato al Frida nel Parco, un bellissimo spazio nel Parco della Montagnola, vicinissimo a Piazza Maggiore. L'accoglienza è stata tale che abbiamo finito i bis, abbiamo praticamente ripetuto due volte il live. Ci ha lasciato felici e perplessi allo stesso tempo.

 

Luoghi del cuore fuori dai giri turistici convenzionali

Il Locomotiv Club, è una sala concerti che ha ospitato anche un nostro live e molti altri della scena musicale internazionale. È situata in uno spazio chiamato DLF - Dopo Lavoro Ferroviario. Essendo quindi una realtà più nelle nostre corde vi consigliamo vivamente di fare un salto!

 

La vostra parola bolognese preferita e perché

"Balotta" è la parola che usiamo di più. Non c’è un motivo preciso, semplicemente è quella che suonava meglio soprattutto a livello di pronuncia non essendo autoctoni. È una parola usata spesso dai ragazzi e il significato è “gruppo”, serve quindi a indicare la cerchia di amici e conoscenti.

Newsletter

Newsletter

Iscriviti alla Newsletter di Bologna Welcome e resta aggiornato su eventi e offerte

Iscriviti