Home / Focus /

Fonoprint, i Guardiani della Musica

Salvare dall’oblio e dal deterioramento dovuto al trascorrere del tempo un prezioso patrimonio, centrale per la memoria della cultura popolare nazionale. Succede a Bologna, dove gli studi di registrazione Fonoprint (dove hanno realizzato i loro dischi cantanti come Zucchero, Lucio Dalla, Luca Carboni), hanno avviato da qualche anno un percorso di recupero e restauro dei nastri analogici originali dei grandi protagonisti della canzone d’autore. Materiale di rilievo artistico e sociale, altrimenti destinato alla scomparsa.

Tanti gli archivi, sino a oggi, ripuliti e messi i sicurezza.  Da Vasco Rossi a Pino Daniele, da Lucio Dalla a Paolo Conte, il catalogo di dischi tornati a nuova vita si arricchisce ogni giorno. Con alcune operazioni davvero avventurose. È il caso, spiega Maurizio Biancani , uno dei fondatori di Fonoprint  e responsabile del progetto, delle registrazioni dei primi LP di Antonello Venditti. I nastri analogici erano finiti in un deposito in fondo a una cantina che è stata invasa dalle acque. L'imprevisto ha necessitato l'utilizzo di una macchina particolare chiamata "inforno", che permette letteralmente di asciugare le singole "pizze" e assorbirne l’umidità, riscaldandole con tutti gli accorgimenti del caso. Un'attività affascinante, resa possibile non solo dalla bravura dei tecnici che in questi studi lavorano, ma anche dagli strumenti utilizzati, molti dei quali ormai introvabili perché risalenti all’epoca delle registrazioni pre-digitali e considerati veri e propri pezzi da collezione.

Per questo Fonoprint ha deciso di aprire le sue porte ai visitatori, allestendo all’interno degli studi un Museo del suono e delle canzone; un itinerario alla scoperta della straordinaria tecnologia e della metodologia utilizzata per le vari fasi di restauro, con esempi pratici su come viene effettuato il lavoro e con l’opportunità di ascoltare estratti da alcuni del capolavori che qui sono stati registrati direttamente dai master originali. Un'esperienza di forte impatto, perché trasmette l’impressione di essere lì, nella sala, insieme all’artista, tale è la assoluta fedeltà della riproduzione.

Le prossime visite sono in programma il 23 ottobre, il 25 novembre, il 30 novembre e il 3 dicembre. Ulteriore occasione per incontrare l’attività di Fonoprint sul versante artistico è la serata finale del BMA, Bologna Musica d’Autore, lo scouting che da quattro anni lo studio conduce alla ricerca dei giovani talenti della nostra canzone. L’appuntamento è il 17 settembre (dalle 20.30)  nel Parco di Villa Angeletti (via de’ Carracci 65).



Pierfrancesco Pacoda

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter e resta aggiornato su eventi e offerte

Iscriviti