Welcome is Bologna

Museo realtà virtuale - La Macchina del Tempo 2018

Via Zamboni, 7 Bologna (BO)

Tel: +39 051 0087519

Riferimento mappa: C - 5

Data ultimo aggiornamento: 12/09/2018, 17:28

La Macchina del Tempo in mostra presso il Museo Realtà Virtuale, in via Zamboni 7, permette di vivere in prima persona con visori VR l'esperienza emozionante di entrare "fisicamente" in scenari storici accuratamente ricostruiti in 3 D.

Il progetto core della Macchina del Tempo è dato dalla ricostruzione della “Bologna Medievale” nel XIII secolo, coniugando per la prima volta in Italia 2 fattori tra loro di difficile conciliazione: da una parte la grande vastità dello scenario (con quasi 2 kmq del centro storico, con più di 1.500 edifici  e 88 torri nell’esatta collocazione del tempo, 130 personaggi e migliaia di oggetti di arredo urbano), dall’altra l’accuratezza ed il rigore, con lunghe ricerche storiche, architettoniche e toponomastiche ed attenzione maniacale alle fonti disponibili (anche con il contributo di esperti) per riprodurre nella maniera più fedele possibile l’aspetto della città in epoca medievale e farne così rivivere l’incanto.

La Macchina del Tempo, come applicazione di Realtà Virtuale è il frutto di una costante innovazione tecnologica, con i Visori e controller per il movimento hanno veramente definito un nuovo paradigma, con un salto di qualità nell’esperienza paragonabile al passaggio dalla carta stampata al computer.

La caratteristica distintiva rimane comunque l’impatto emozionale, la Macchina del tempo “gioca con il senso del fantastico”, camminando tra strade e vicoli, volando liberamente fra le tante torri della Manhattan del medioevo, ascoltando i dialoghi tra i personaggi parlanti, con cadenza bolognese.

Per superare le titubanze iniziali ed inibizioni di fronte alla “fredda” tecnologia sono presenti assistenti, come principali custodi della piena soddisfazione dei “viaggiatori del tempo”, che vengono “coccolati”, a riprova che la componente umana, sollecita nell’aiuto, amichevole nell’approccio e soprattutto rassicurante, rappresenta la chiave di volta per far uscire le persone entusiaste e desiderose di diffondere l’esperienza agli amici.

Il secondo progetto: “Al Canel”, una ricostruzione relativa al Canale di Reno nel XVIII secolo, altrettanto rigorosa nella modellazione di case e personaggi abbigliati con costumi dell’epoca e scene di vita vissuta dal forte impatto emozionale, che permette di osservare l’antico Porto Canale, trafficatissimo all’epoca, un filatoio in movimento tramite la forza idraulica ed imbarcazioni in navigazione manovrabili dall'utente.

Dal lunedì al venerdì 10-19; sabato 10-22; domenica e festivi 10-20.

La Macchina del Tempo 2018

Photogallery