Welcome is Bologna

Musei

Oltre 50 musei conservano un patrimonio e una ricchezza di proposte unici per la qualità delle opere esposte e la diversità dei temi e dei periodi storici, dalla preistoria ad oggi. Hai una grande possibilità di scelta e sei libero di costruire il tuo percorso, da quelli più classici a quelli più curiosi. Nei musei di Bologna puoi scegliere come sorprenderti.
Se vuoi potrai ammirare la magnifica situla della Certosa etrusca e la imponente statua in marmo di Bonifacio VIII, l’Estasi di Santa Cecilia di Raffaello e l’angioletto di Michelangelo, la Madonna col bambino di Giotto e la madonna con Bambino e santi del Parmigianino, i cicli degli affreschi dei Carracci e le stanze affrescate da Guido Reni, la casa dove ha abitato Giorgio Morandi e i suoi quadri.
Non solo. Come detto sorprese inaspettate a te che le vuoi cercare.
Le collezioni storiche di anatomia e ostetricia, le cere anatomiche, le architetture militari nel Museo Poggi dell’Università di Bologna, fondata nel 1088. I manoscritti del giovane Mozart (che a Bologna si è diplomato)  e gli strumenti musicali unici nel Museo Internazionale e Biblioteca della musica.   I tanti soldatini di carta, piombo, stagno, stucco, latta, pasta di legno, plastica (pezzi unici e in serie) del Museo storico del Soldatino dentro Villa Aldrovandi Mazzacorati. La memoria di Bologna quando aveva un porto ed era leader mondiale, secoli XV-XVIII, nella produzione della seta grazie ad un uso innovativo dell'energia idraulica al Museo del Patrimonio Industriale, gli albarelli (recipienti per le preparazioni medicinali) della farmacia del primo ospedale di Bologna al Museo della Sanità fino alla installazione struggente di Christian Boltanski che ripropone il relitto riassemblato dell’aereo  Dc-9 colpito in volo nel 1980.

 Pinacoteca Nazionale di Bologna

Pinacoteca Nazionale di Bologna

Annoverata tra le più moderne e importanti Gallerie Nazionali apprezzate all'estero, nelle trenta sale espositive la Pinacoteca raccoglie: artisti fondamentali, quali Giotto, Raffaello o Tiziano; ottimi esempi di arte Bolognese ed Emiliana, dal '200 al Barocco; artisti fiamminghi e bizantini.

Museo Civico Archeologico

Museo Civico Archeologico

Museo che si colloca tra le più prestigiose raccolte archeologiche italiane. È altamente rappresentativo della storia locale dalla Preistoria all'Età Romana. La collezione di Antichità Egizie è una delle più importanti d'Europa, la II in Italia.

Gratuito con Bologna Welcome Card

Museo Civico Medievale

Museo Civico Medievale

Il Museo Civico Medievale di Bologna illumina i visitatori sulla storia della città, spesso turbolenta. L'affascinante collezione di statue di bronzo, armature, manufatti, libri miniati e tombe monumentali si trova all'interno del palazzo Ghisilardi-Fava, graziosamente affrescato. 

Gratuito con Bologna Welcome Card

Collezioni Comunali d'Arte

Collezioni Comunali d'Arte

Le collezioni comprendono: 250 dipinti, dall’arte medievale ai giorni nostri, che documentano un processo artistico vivo e fertile; oggetti d’arte; mobili; porcellane; tessuti; pizzi; ricami; miniature e importanti crocefissi lignei medievali provenienti dalle chiese del territorio Bolognese.

Gratuito con Bologna Welcome Card

Museo Morandi

Museo Morandi

La sede del museo a Palazzo d'Accursio è chiusa per lavori. Dal 2012 un nuovo allestimento delle collezioni del Museo Morandi (dipinti, opere grafiche e patrimonio librario) è temporaneamente ospitato nella sede del MAMbo Museo d'Arte Moderna di Bologna, in via Don Minzoni 14.

Gratuito con Bologna Welcome Card

Museo per la memoria di Ustica

Museo per la memoria di Ustica

Visitando il Museo per la Memoria di Ustica si comprende come può l’opera d’arte coltivare il ricordo e farsi essa stessa testimonianza. Qui l’arte, così come la triste carcassa dell’aereo Itavia, ricordano le 81 vittime di quel volo abbattuto sul cielo del Mediterraneo.

Museo Internazionale e Biblioteca della Musica

Museo Internazionale e Biblioteca della Musica

Il Museo inaugurato nel 2004, ha sede nel centro storico di Bologna all’interno di Palazzo Sanguinetti. Le sale splendidamente affrescate includono una selezione di documenti storici di enorme valore: trattati, volumi, libretti d’opera, lettere, manoscritti, partiture autografe provenienti dal lascito di Giambattista Martini

Gratuito con Bologna Welcome Card

Museo Civico d'Arte Industriale e Quadreria Davia Bargellini

Museo Civico d'Arte Industriale e Quadreria Davia Bargellini

La raccolta, di piccole dimensioni, si caratterizza per la molteplicità dei pezzi esposti, mobili, metalli, vetri, ceramiche, tessuti, legni lavorati, che ne fanno una sorta di antologia d’arte applicata e decorativa. I dipinti esposti appartengono in gran parte ai Bargellini che si dedicarono al collezionismo sin dal 1500.

Museo Ebraico

Museo Ebraico

Inaugurato il 9 maggio 1999, il Museo Ebraico di Bologna (MEB) è stato istituito allo scopo di conservare, studiare, far conoscere e valorizzare il ricco patrimonio culturale ebraico profondamente radicato a Bologna e in molte località dell'Emilia Romagna.

Palazzo Fava. Palazzo delle Esposizioni

Palazzo Fava. Palazzo delle Esposizioni

Palazzo Fava. Palazzo delle Esposizioni, ha una superficie di oltre 2600 metri quadrati ed è una struttura regolare di esposizioni: nei suoi spazi sono allestite mostre di opere appartenenti alla Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna e mostre di opere provenienti da altre importanti collezioni pubbliche e private.

Collezione Tagliavini

Collezione Tagliavini

La collezione di strumenti musicali antichi è stata donata dal Maestro Luigi Ferdinando Tagliavini, organista e musicologo bolognese. È una raccolta unica per pregio e numero dei pezzi, che comprende: una raccolta di strumenti a fiato e popolari, risalenti ai secoli tra il XVI e il XIX; clavicordi; arpicordi; organi; clavicembali; spinette e pianoforti.

Gratuito con Bologna Welcome Card

Museo della Sanità e dell'Assistenza di Bologna

Museo della Sanità e dell'Assistenza di Bologna

Ospitato nel complesso di Santa Maria della Vita, il museo illustra la storia della sanità a Bologna attraverso strumenti sanitari e materiali scientifici, dipinti dei secoli XVII e XVIII, arredi e paramenti sacri ed una collezione di 150 albarelli provenienti dalla vecchia farmacia dell’ospedale.

Quadreria Zambeccari

Quadreria Zambeccari

La Quadreria è una delle più importanti collezioni storiche bolognesi. Offre opere fondamentali dei capiscuola della pittura emiliana: Ludovico Carracci, il Guercino, Francesco Albani, Giuseppe Maria Crespi, Bartolomeo Passerotti, Alessandro Tiarini, Mastelletta, Marcantonio Franceschini, Lorenzo Pasinelli e Donato Creti.

Raccolta Lercaro

Raccolta Lercaro

Il nucleo originario della Raccolta Lercaro risale al 1971, quando quattro artisti bolognesi (Aldo Borgonzoni, Pompilio Mandelli, Enzo Pasqualini, Ilario Rossi) donarono diverse loro opere al Cardinale Giacomo Lercaro (1891-1976), allora Arcivescovo Emerito di Bologna, in occasione del suo ottantesimo compleanno.

La Quadreria. Palazzo Rossi Poggi Marsili

La Quadreria. Palazzo Rossi Poggi Marsili

La Quadreria. Palazzo Rossi Poggi Marsili restituisce alla città tavole e tele di maestri prevalentemente bolognesi, appartenenti al vasto patrimonio delle antiche Opere pie, dal 2014 riunite in ASP Città di Bologna.

Museo della Resistenza

Museo della Resistenza

Il museo raccoglie materiale relativo alla storia della Resistenza bolognese, all’antifascismo nel periodo tra le due guerre mondiali e al ruolo della Resistenza nel Dopoguerra e nell’Italia repubblicana, presentando quindi uno spaccato di storia locale e generale compreso tra il 1919 e i nostri giorni.

Museo Ducati

Museo Ducati

Il percorso presenta l’evoluzione sportiva dell’azienda di Borgo Panigale, cercando di ricostruire i momenti più significativi che hanno portato la Ducati a diventare un marchio leggendario. Sono esposte le moto più importanti della storia Ducati, insieme a materiali d’epoca, progetti, parti meccaniche, foto e filmati.

Gelato Museum Carpigiani

Gelato Museum Carpigiani

Gelato Museum Carpigiani, la prima realtà che racconta e approfondisce Storia, Cultura e Tecnologia del Gelato Artigianale, alimento fresco e di alta qualità che rappresenta l’eccellenza e la creatività italiana nel mondo!

Museo della Civiltà Contadina - Istituzione Villa Smeraldi

Museo della Civiltà Contadina - Istituzione Villa Smeraldi

Il Museo della Civiltà Contadina si trova a San Marino di Bentivoglio a 15 km da Bologna. Ha sede, dal 1973, a Villa Smeraldi: oltre 2000 mq di esposizione e 4 ettari di parco offrono al visitatore una testimonianza unica sul lavoro e sulla vita nelle campagne tra Otto e Novecento.

Museo d’Arte MAGI'900

Museo d’Arte MAGI'900

Museo privato nato per volontà dell’imprenditore Giulio Bargellini, che ha deciso di condividere con gli appassionati d’arte la sua collezione di opere del Novecento. E’ uno spazio espositivo di oltre 9.000 mq.

Museo della Comunicazione 'Mille voci... mille suoni'

Museo della Comunicazione 'Mille voci... mille suoni'

Museo Storico della Radio, dei Grammofoni, del Cinema e degli strumenti musicali meccanici (1760-1960)
Una esposizione di oltre 2000 pezzi, unica nel suo genere, che ha ottenuto premi e riconoscimenti in Italia e nel mondo.

Urban Center di Bologna

Urban Center di Bologna

Urban Center Bologna, ospitato all'interno della Salaborsa è il luogo in cui puoi conoscere le principali politiche e i progetti che stanno cambiando Bologna e il territorio metropolitano

Opificio Golinelli

Opificio Golinelli

Da ottobre 2015 c'è Opificio Golinelli - la cittadella per la conoscenza e la cultura a Bologna, voluta dalla Fondazione Golinelli di Bologna, attiva da anni come punto di riferimento nel campo della promozione, per i giovani, della cultura scientifica.

Museo Storico del Soldatino "Mario Massacesi"

Museo Storico del Soldatino "Mario Massacesi"

Fondato nel 1973 da Mario Massacesi, il museo è ospitato nella villa Aldrovandi Mazzacorati. E' costituito da circa 15.000 esemplari che coprono tutto l'arco di questo tipo di produzione (dall'inizio dell'Ottocento).

Museo del Tessuto e della Tappezzeria “Vittorio Zironi”

Museo del Tessuto e della Tappezzeria “Vittorio Zironi”

Fondato dal maestro d’arte tappezziera Vittorio Zironi dal 1990 il museo è allestito all’interno di Villa Spada e il suo pregio consiste nella varia provenienza degli oltre seimila reperti tessili e nell’arco cronologico che documentano.

Museo del Grigioverde: Museo Memoriale della Libertà

Museo del Grigioverde: Museo Memoriale della Libertà

Il museo si compone di 5 scene multimediali nelle quali il visitatore diventa il Protagonista. Gli effetti speciali che accompagnano il pubblico in tutte le scene, permettono un'esperienza di completa immersione e fanno rivivere quei tragici giorni che portarono alla fine della II^ Guerra Mondiale.

Museo Tattile di Pittura Antica e Moderna

Museo Tattile di Pittura Antica e Moderna

La costituzione di uno spazio museale adibito all'esposizione di riproduzioni plastiche di opere d'arte pittoriche, ha la funzione di avvicinare il pubblico alla conoscenza delle arti visive non solo tridimensionali, ma anche bidimensionali, purchè tradotte in linguaggio plastico, tattilmente leggibile.

Museo Tolomeo

Museo Tolomeo

Il Museo Tolomeo, ospitato in una sala dell’Istituto dei Ciechi Francesco Cavazza, raccoglie diversi oggetti, tecnologici e non, che hanno attraversato la storia del Cavazza e si sono intrecciati con la vita della città di Bologna.

Collezione d'arte Unicredit

Collezione d'arte Unicredit

All'interno del Palazzo Magnani, nella sede della UniCredit Banca, si trova una vasta collezione d'arte che viene periodicamente arricchita da nuove opere che vanno dal 1500 ai giorni nostri.

Musei di Palazzo Poggi

Musei di Palazzo Poggi

Comprende le collezioni: Storia Naturale, Anatomia e ostetricia, Fisica e Chimica, l'Architettura Militare, la Biblioteca, la Geografia e la Nautica, l'Arte Orientale.

MeuS. Museo europeo degli Studenti

MeuS. Museo europeo degli Studenti

Struttura museale, espressamente dedicata a ripercorrere, attraverso oltre otto secoli, il ruolo che lo studente ha ricoperto all'interno dell'istituzione universitaria e nella società.

Orto Botanico

Orto Botanico

L'Orto Botanico dell'Università di Bologna è uno dei più antichi d'Italia. Fu fondato, infatti, nel 1568 per iniziativa di Ulisse Aldrovandi (1522-1605). Dopo vari trasferimenti trovò la sua collocazione definitiva in Via Irnerio, a breve distanza da Via Zamboni.

Erbario

Erbario

L'Erbario dell'Università di Bologna, è uno dei più antichi d'Europa. In esso si conservano collezioni di piante essiccate raccolte dal XVI secolo in poi. Molto importanti sono le collezioni storiche ospitate, prima fra tutte quella cinquecentesca di Ulisse Aldrovandi.

 Collezione di Geologia "Giovanni Capellini"

Collezione di Geologia "Giovanni Capellini"

Il Museo Geologico “Giovanni Capellini” nacque nel 1860 dalla raccolta dei reperti geologici e paleontologici provenienti dalle collezioni del naturalista Ulisse Aldrovandi (1522-1605), del marchese Ferdinando Cospi (1606-1686) e del generale militare Luigi Ferdinando Marsili (1658-1730).

Collezione di Zoologia

Collezione di Zoologia

Il Museo di Zoologia venne istituito nel 1860 e fu annesso all’omonimo Istituto universitario come supporto all’insegnamento e alla ricerca. Pur mantenendo ancora oggi una forte vocazione didattica, il Museo è aperto a cittadini e turisti che resteranno sorpresi dalla varietà delle rare e affascinanti specie animali esposte.

Collezione di Anatomia Comparata

Collezione di Anatomia Comparata

Istituito nel 1814, il Museo conserva preparati, scheletri e collezioni sistematiche attinenti alla disciplina. La maggior parte dei materiali esposti appartiene alla collezione del Prof. Alessandrini che diresse il museo dal 1819 al 1861.

Collezione di Antropologia

Collezione di Antropologia

Il primo nucleo risale al 1908, anno in cui fu istituita a Bologna la cattedra omonima. Il Museo raccoglie materiale di interesse scientifico e didattico-espositivo.

Collezione di Chimica "Giacomo Ciamician"

Collezione di Chimica "Giacomo Ciamician"

La Raccolta, istituita nel 1983 come “Raccolta Museale G. Ciamician”, comprende numerose apparecchiature usate sia per la ricerca scientifica che come ausilio didattico per gli studenti.

Collezione di Fisica

Collezione di Fisica

Il Museo di Fisica dell'Università di Bologna ha tradizioni secolari. Il Museo conserva strumenti della fisica sperimentale dell'Ottocento, le originali attrezzature didattiche e sperimentali di Augusto Righi e di Q. Majorana e per il Novecento varie serie di strumentazioni. 

Museo della Beata Vergine di San Luca

Museo della Beata Vergine di San Luca

Il Museo della Beata Vergine di San Luca nasce per valorizzare il patrimonio devozionale, storico, artistico e culturale collegato all'Immagine della Madonna con il Bambino detta di San Luca, conservata nell'omonimo santuario sul Colle della Guardia.

Museo della Cattedrale di San Pietro

Museo della Cattedrale di San Pietro

Il "Tesoro della Cattedrale" è un'ampia raccolta di arredi e oggetti sacri di elevato pregio artistico, eseguiti fra il XV e il XX secolo che vennero donati alla Cattedrale dai pastori che si sono succeduti nei secoli nell'episcopato, sulle orme di San Petronio.

Museo di San Petronio

Museo di San Petronio

Il Museo di San Petronio fu aperto nel 1894 su progetto di Tito Azzolini e riunisce collezioni di particolare interesse: i disegni e progetti architettonici per la facciata della Basilica, lavori di oreficeria, suppellettile sacra, graduali e antifonari miniati, edizioni musicali.

Museo Corpus Domini o Chiesa della Santa

Museo Corpus Domini o Chiesa della Santa

Annesso alla chiesa del Corpus Domini, il museo conserva il corpo seduto e incorrotto di Santa Caterina de’ Vigri (1413-1463). Contiene alcuni oggetti appartenuti alla Santa come i manoscritti delle sue opere e dipinti fatti da lei stessa.

Museo di Santo Stefano

Museo di Santo Stefano

Il museo nasce dopo i restauri del complesso monumentale di Santo Stefano alla fine dell'800, quando si pose il problema di collocare i numerosi oggetti di devozione esistenti che per la risistemazione del complesso monumentale non avevano più un posto idoneo.

Museo di San Domenico

Museo di San Domenico

Allestito nel 1956, il Museo di San Domenico raccoglie le numerose opere d'arte fino ad allora sparse tra la chiesa e il convento.

Museo di San Giovanni in Monte

Museo di San Giovanni in Monte

Il museo è situato nella sacrestia e nell’ufficio parrocchiale attiguo alla chiesa e raccoglie importanti arredi e suppellettili sacre, reliquiari, avori, manufatti in vetro e ceramica, alcuni dipinti e sculture compresi in un periodo tra Trecento e Settecento.