Welcome is Bologna

Riscoprire Bologna... in aprile

Dal: 2/04/2017 - Al: 30/04/2017

Tel: +39 348 1431230 (pomeriggio e sera)

Data ultimo aggiornamento: 05/04/2017, 11:35

Visite guidate a cura di Didasco: divertenti passeggiate per riscoprire insieme la nostra città!
Questo il calendario in aprile 2017:

Domenica 2 aprile, ore 15.30Sancta Ierusalem Bononiensis: La simbologia medievale nel complesso di Santo Stefano
Sul complesso delle Sette Chiese si è scritto molto: il forte legame con Gerusalemme, la presenza di un precedente luogo di culto dedicato alla dea Iside e l’aspetto fortemente medievale fanno di questo monumento una delle principali attrazioni turistiche della città, spesso però sconosciuta ai bolognesi stessi. In questa visita andremo alla scoperta della storia del complesso, dei simboli e dell’arte in esso conservati.
Ritrovo ore 15.30 davanti all'ingresso della chiesa, in piazza S. Stefano.

Sabato 8 aprile, ore 15.30 - Santi e pellegrini sulla via per Roma
Già nell'antichità Bologna fu un importante crocevia lungo la strada per Roma. Da semplice tappa per la sosta dei pellegrini divenne a sua volta mèta con la creazione di importanti luoghi di culto e tombe lussuose di santi, una per tutte quella di Domenico di Guzmán, fondatore dell’Ordine che da lui prende nome. Attraverso un complicato simbolismo il Complesso di Santo Stefano ripropose i luoghi santi di Gerusalemme a Bologna e permise a coloro che non avevano la possibilità di raggiungere l’Oriente di compiere un “pellegrinaggio virtuale”. Per accogliere i viandanti e i devoti la città, già nota come “la Grassa”, si dotò di hospitalia e locande. Due papi bolognesi indissero un giubileo: Gregorio XIII nel 1575 e Benedetto XIV nel 1750. In entrambe le occasioni Bologna visse di luce riflessa in quanto seconda città dello Stato della Chiesa dopo Roma e patria dei pontefici regnanti.
Ritrovo ore 15.30 allingresso della chiesa di Santo Stefano

Domenica 9 aprile, ore 16.00 - Un'autentica rivelazione: S. Maria della Misericordia
Antica chiesa romanica appartenuta alle monache Cistercensi, la chiesa di S. Maria della Misericordia viene ricostruita nel '400 dagli Olivetani, ma è nel corso del XVI secolo, grazie agli Agostiniani e alle molte famiglie di parte bentivolesca che la predilessero, che si realizza il rifacimento in stile rinascimentale e l'arricchimento della chiesa con prestigiose opere d'arte. All'interno si possono ammirare dipinti di Lippo di Dalmasio, Bagnacavallo, B. Cesi, Spisanelli, U. Gandolfi, le vetrate di F. Francia ma soprattutto lo straordinario tabernacolo intagliato in legno di cipresso di Matteo Cossich detto il Tedesco, un unicum a Bologna!
Ritrovo ore 16.00 all'ingresso della chiesa, piazza di Porta Castiglione 4
Contributo per la chiesa 2€

Sabato 22 aprile, ore 10.30San Michele in Bosco: la biblioteca Umberto I e la Sala Vasari
Di origine antichissima (si parla di VIII secolo d.C.), ritirata nella quiete della collina, questa chiesa domina la città custodendo opere d’arte di innegabile importanza: dal portale di Baldassarre Peruzzi alle sculture di Alfonso Lombardi, dai dipinti del Tiarini alle decorazioni del Mengazzino fino alla cupola di Domenico Maria Canuti e Enrico Haffner, passando per la biblioteca affrescata da Domenico Maria Canuti e la Sala un tempo abbellita dai grandi capolavori di Giorgio Vasari oggi custoditi in Pinacoteca.
Questa visita guidata approfondirà, in maniera particolare, la biblioteca e la sala Vasari
Ritrovo ore 10.30 all’ingresso della chiesa, Piazzale S. Michele in Bosco.

Domenica 23 aprile, ore 10.30Tullo Golfarelli, scultore degli operai, araldo dell'eleganza - visita in Certosa
Gli studi promossi dalla pubblicazione della monografia su questo artista hanno restituito l'immagine di un uomo fortemente legato alle passioni politiche e sociali dell'epoca, in grado di rappresentare le fatiche degli operai con il Realismo sociale ma anche di esprimere grazia ed eleganza di gusto Liberty.
Ritrovo ore 10.30 all'ingresso del Cimitero, via della Certosa 18 (chiesa).
ATTENZIONE: per FOTOGRAFARE occorre avere il permesso che viene rilasciato gratuitamente e UNICAMENTE dagli uffici dei Servizi Cimiteriali aperti 08.00 - 18.00 dal lunedì al venerdì e 08.00 - 12.00 il sabato

Venerdì 28 aprile, ore 17.00 - Dietro il Portone: PALAZZO SEGNI MASETTI, oggi sede ASCOM
Edificato sull'antica Via Aemilia fu decorato dalla famiglia Segni con una ricca quadreria. Attorno al 1760 Vittorio Maria Bigari fu chiamato a decorare il salone delle feste con un bellissimo soffitto dedicato a Bacco festante tra le divinità mentre Ubaldo Gandolfi decorava i soffitti delle altre sale del piano nobile. Le attività decorative non si fermarono: nell'Ottocento i fratelli Muzzi decorarono alcune sale nel piano nobile. Infine, qui vennero portati quattro affreschi dei Carracci staccati da palazzo Magnani.
Ritrovo alle ore 17.00 all’ingresso del Palazzo, in Strada Maggiore 23.
Contributo apertura del palazzo 5€.

Sabato 29 aprile, ore 10.30San Michele in Bosco: la chiesa, il coro e il chiostro ottagonale
Di origine antichissima (si parla di VIII secolo d.C.), ritirata nella quiete della collina, questa chiesa domina la città custodendo opere d’arte di innegabile importanza: dal portale di Baldassarre Peruzzi alle sculture di Alfonso Lombardi, dai dipinti del Tiarini alle decorazioni del Mengazzino fino alla cupola di Domenico Maria Canuti e Enrico Haffner, passando per il coro notturno affrescato da Innocenzo da Imola e il celebre chiostro ottagonale dei Carracci.
Questa visita guidata approfondirà, in maniera particolare, la chiesa, il coro notturno e il chiostro ottagonale dei Carracci
Ritrovo ore 10.30 all’ingresso della chiesa, Piazzale S. Michele in Bosco.

Domenica 30 aprile, ore 10,30 - Labor omnia vincit: lavoratori in Certosa
Visita guidata dedicata ai lavoratori che riposano in Certosa, per riscoprire insieme le glorie dell'industria bolognese, dai libri di Zanichelli fino ai motori di Weber e Maserati, passando per le campane dei Brighenti, senza dimenticare gli operai, gli artigiani e le lavoratrici meno noti ma non meno importanti. Un'ode all'ingegno bolognese tra i verdi chiostri del nostro Cimitero Cittadino.
Ritrovo ore 10.30 all'ingresso principale della Certosa (ingresso chiesa), in via della Certosa 18.
ATTENZIONE: per FOTOGRAFARE occorre avere il permesso che viene rilasciato gratuitamente e UNICAMENTE dagli uffici dei Servizi Cimiteriali aperti 08.00 - 18.00 dal lunedì al venerdì e 08.00 - 12.00 il sabato

Domenica 30 aprile, ore 16.00 - Alle origini della fede: la chiesa dei SS. Vitale e Agricola in Arena
La chiesa prende il nome dalla primitiva chiesa romanica eretta in onore dei due protomartiri bolognesi: Vitale, un servo, ed il patrizio Agricola, suo padrone, uniti dalla fede in Cristo. La dicitura "in Arena" ci tramanda la memoria del luogo, l’antica arena romana del I sec. d.C., dove, secondo la tradizione, furono torturati e crocifissi i due Santi. Quello che vediamo dell’attuale edificio, ricostruito da monache benedettine nel XVI secolo, è frutto di  un radicale rifacimento Ottocentesco. Imperdibile la suggestiva cripta e la bellissima cappella di Santa Maria degli Angeli.
Ritrovo ore 16.00 all'ingresso della chiesa, via San Vitale 50.
Contributo per la chiesa 2€ a persona.

 
Inoltre visite guidate alle mostre - LUMEN (15/04) e MIRÓ! Sogno e colore (23/04) per info 348 1431230


Maggiori informazioni e aggiornamenti www.didasconline.it

  • Dal: 2/04/2017
  • Al: 30/04/2017

Iniziative rivolte ai soci: 10 € quota associativa (con tessera e prima visita guidata compresa)
Dove non diversamente specificato 10 € adulti; 5 € bambini (minori di 12 anni).  Il biglietto d'ingresso a musei e collezioni non è compreso nella quota di partecipazione. Per ogni ingresso in Certosa 2 euro saranno devoluti alla valorizzazione del cimitero monumentale.

Agevolazioni per soci Touring Club Italiano, Fameja Bulgneisa, Ragazzi di San Cristoforo, Il Chiostro dei Celestini - Amici dell'Archivio di Stato di Bologna, Amici della Certosa. Possibilità di abbonamenti.
Minimo 10 partecipanti.
Le visite si terranno anche in caso di maltempo.
Prenotazione obbligatoria al numero 348 1431230 (pomeriggio e sera).