Welcome is Bologna

Nuovo Comitato Tecnico per Bologna Convention Bureau

Nuovo Comitato Tecnico per Bologna Convention Bureau

Il Comitato Tecnico di Coordinamento del Convention Visitors Bureau di Bologna si rinnova per il triennio 2019-2021.

Dalla sua nascita nel 2016, il Convention & Visitors Bureau di Bologna ha il compito di posizionare e promuovere la destinazione nel mercato MICE sia a livello nazionale, sia internazionale, coordinando l’attività dei singoli operatori nella realizzazione di candidature per attrarre nuovi eventi in città. Il Convention Bureau svolge importanti azioni di comunicazione, anche attraverso la realizzazione di materiali informativi di promozione e accoglienza per una presentazione della Destinazione Bologna, dando particolare rilievo e attenzione agli eventi internazionali di grande rilevanza sia in ambito congressuale, che aziendale, sportivo e culturale.

Contestualmente alla creazione del Convention Bureau, nel 2016 è stato anche costituito un Comitato Tecnico di Coordinamento con l’obiettivo di definire le attività di marketing e comunicazione e quello di proporre specifiche progettualità nell'ambito del settore MICE.

La composizione del Comitato di Coordinamento Tecnico è stata rinnovata per il triennio 2019-2021 e rappresenta le categorie degli operatori locali:

1. Mario Buscema – Planning Congressi - Presidente Comitato Coordinamento Tecnico Convention Bureau

2. Patrik Romano – Bologna Welcome

3. Anna Bettelli – Bologna Welcome Referente business unit Convention Bureau

4. Francesca Scutari – Sem 2000 - rappresentante locale di Federcongressi&eventi

5. Donato Loria – Bologna Congressi - rappresentante categoria Sedi Centri congressi, fieristici, palazzetti e strutture multifunzionali

6. Michele Palma – Royal Hotel Carlton - rappresentante categoria categoria Sedi alberghiere, dimore storiche, teatri e musei, altre sedi

7. Maria Cristina Calzolari – MCC Studio - rappresentante categoria Imprese di organizzazione

- PCO e Congressi

8. Carlo Faenza – La Tavola della Signoria - rappresentante categoria Imprese fornitrici di servizi

Il Convention Bureau opera per promuovere Bologna non solo come destinazione per congressi medico-scientifici internazionali, ma anche come eccellenza internazionale per attrarre eventi di vario genere, con particolare riferimento a eventi di carattere sportivo, che rappresentano un importante driver di sviluppo per la destinazione.

I due tratti distintivi che rendono Bologna una destinazione ideale nel mercato della meeting industry sono sicuramente la grande varietà e versatilità delle sedi per eventi, sia in centro storico che nell’intera area metropolitana e la sinergica collaborazione tra operatori territoriali, istituzioni cittadine e Università.

Inoltre Bologna, godendo di una privilegiata posizione geografica, è crocevia naturale per l’Italia e per il mondo; vantaggio logistico che è seguito da un continuo potenziamento della linea ferroviaria, autostradale e dall’attivazione di sempre nuove tratte aeree intercontinentali, come dimostra il nuovo volo di American Airlines Bologna-Philadelphia, che inaugurerà da giugno 2019.

Il nuovo Presidente del Comitato Tecnico Mario Buscema esprime grande soddisfazione per il nuovo incarico: “Sono certo che dopo i successi ottenuti nei primi anni di attività, il Convention & Visitors Bureau di Bologna non potrà che trarre ulteriore beneficio dall’attività del nuovo Comitato Tecnico, grazie alla partecipazione attiva degli operatori del territorio, che certamente si impegneranno per proseguire e anche migliorare l’ottima collaborazione che c’è sempre stata in questi anni.”

Anche Celso De Scrilli, Presidente di Bologna Welcome, commenta l’anno 2018: “Bologna si è posizionata nella Top100 tra le città di tutto il mondo per il numero di eventi internazionali organizzati, allo stesso livello di Brisbane e Los Angeles e prima di Abu Dhabi e San Diego. L’attività congressuale ha portato a Bologna quasi 1.500.000 presenze secondo le stime dei dati OICE (Osservatorio Italiano dei Congressi e degli Eventi), generando quindi un indotto notevole per la destinazione. Indotto che è più alto rispetto a quello generato dal turismo leisure, rappresentando quindi un elemento importante per la città e il territorio.”

Dai nostri social