Welcome is Bologna

Cappelle, oratori, tabernacoli

Oratorio di Santa Cecilia

Oratorio di Santa Cecilia

Lungo il portico che costeggia la Chiesa di San Giacomo Maggiore troviamo l'entrata dell'Oratorio di Santa Cecilia e Valeriano. Di derivazione di un'antica chiesa romanica che per volere di Giovanni II di Bentivoglio, signore di Bologna fu rimpicciolita e interamente affrescata così da custodire il più importante ciclo pittorico del rinascimento bolognese.

Oratorio di San Rocco

Oratorio di San Rocco

Dedicato al santo protettore e guaritore dei malati di peste. All'interno conserva un'inestimabile ciclo di affreschi eseguiti a partire dal 1618 da allievi dei Carracci.

Oratorio San Filippo Neri

Oratorio San Filippo Neri

L'attuale aspetto dell'oratorio deriva da un'importante opera di ristrutturazione condotta tra il 1997 ed il 1999, poichè completamente danneggiato dagli ultimi bombardamenti del 1944.

Oratorio di San Bartolomeo di Reno

Oratorio di San Bartolomeo di Reno

L'Oratorio di San Bartolomeo(1204) fu creato dalla Compagnia di San Bartolomeo di Reno con una vocazione assistenziale che ha onorato per quattro secoli.

Oratorio di San Carlo

Oratorio di San Carlo

L'Oratorio di San Carlo è un mirabile esempio della Scuola Bolognese, quel movimento pittorico fiorito a Bologna tra il XVI e il XVII secolo (1500-1700), che contese a Firenze e Roma il primato della pittura italiana.

Oratorio di San Giovanni Battista dei Fiorentini

Oratorio di San Giovanni Battista dei Fiorentini

È sovrapposto all'antica chiesa di Santa Maria Rotonda dei Galluzzi, poi ammodernata da Giuseppe Tubertini nel 1793, che affaccia sull'attigua via D'Azeglio. L'attigua torre dei Galluzzi fu eretta nel 1257.

Oratorio Santa Maria dei Guarini

Oratorio Santa Maria dei Guarini

L'Oratorio e i locali annessi sono l'unico esempio delle sedi delle antiche confraternite bolognesi conservatosi praticamente intatto, nell'aspetto, nel patrimonio artistico e nella funzione di culto.

Sala d'attesa, Pantheon

Sala d'attesa, Pantheon

Sala d’attesa è uno spazio del Pantheon della Certosa di Bologna, volto ad accogliere i riti funebri dei cittadini che non appartengono a nessuna confessione religiosa.