booking@bolognawelcome.it

www.bolognawelcome.it

Bologna Welcome Piazza Maggiore
Piazza Maggiore 1E
tel. (+39) 051.6583111

Bologna Welcome Aeroporto
Via del Triumvirato 84
tel. (+39) 051.6472201

Bologna Città della Musica

Bologna vanta una tradizione musicale così ricca da aver meritato la nomina dell'Unesco a Città Creativa della Musica, prestigioso riconoscimento che si fonda sulle eccellenze del passato e sulla ricchezza delle proposte del presente.

 

Se vuoi arricchire il tema musicale leggi anche "A spasso con Rossini"

Basilica di San Petronio - Piazza Maggiore

La più importante cappella musicale bolognese, quella di San Petronio, viene istituita nel 1436 da papa Eugenio IV e raggiunge fama europea.  Il simbolo più prestigioso della Cappella è un organo monumentale, il più antico al mondo ancora in uso. Su Piazza Maggiore si affacciano alcune delle più importanti campane cittadine, destinate a scandire fin dal medioevo il ritmo degli eventi civili e religiosi. La prima viene sistemata all’inizio del ‘400 sulla Torre dell’Orologio del Palazzo Comunale, seguita nel 1453 dalla gigantesca campana (circa 47 quintali) sulla Torre dell’Arengo. Infine il campanile di S. Petronio in cui, nel ‘500, si realizza un sistema di montaggio che consente il concerto delle quattro campane con una rotazione a 360°, un’arte campanaria detta ‘alla bolognese’ ancora oggi tramandata di padre in figlio.

indirizzo: Piazza Maggiore - 40124 Bologna (BO) rif mappa iat: D-4 tel: +39 051 231415 sito: www.basilicadisanpetronio.it/index.html orari di apertura: Basilica di S.Petronio Dal lunedì al venerdì 7:45-13:30 e 14.30-18:30 Sabato: 7:45-13.30 e 14.30-18:00 Domenica: 7:45-13.30 e 14.30-19:00 Durante le funzioni religiose la visita turistica potrebbe essere limitata o sospesa. Gli orari potrebbero subire lievi modifiche. Per ulteriori informazioni, contattare: 051 6480611 Curia Arcivescovile o scrivere a info@basilicadisanpetronio.org Terrazza panoramica (altezza 54m) - ingresso da piazza Galvani.Si accede tramite ascensore e salendo i gradini del ponteggio Lunedì-giovedì:10-13, 14.30-18 Venerdì-domenica:10-13, 14.30-18.00 In occasione di eventi particolari le visite possono subire variazioni di orario.
Cappella dei Magi Tutti i giorni: 09:00 alle 17:00
All'ingresso possibili controlli di Polizia di zaini e borse. Si raccomanda di non portare zaini e borse troppo grandi.
ingresso:

Basilica di S.Petronio
Ingresso gratuito - Foto ticket € 2

Cappella dei Magi
Ingresso € 3 - Gruppi € 1

Terrazza panoramica*
Ingresso € 3,00
Ingresso gratuito: possessori Bologna Welcome Card PLUSAmici di San Petronio, sacerdoti, religiosi e religiose, bambini fino a 12 anni.
*La durata della visita è di circa 30 minuti. L’accesso alla terrazza panoramica è consentito ad un massimo di 25 persone contemporaneamente

Per i gruppi è necessaria la prenotazione:
346 5768400 tutti i giorni dalle 10:00 alle 18:00 o scrivendo a prenotazioni@basilicadisanpetronio.org

Conservatorio Giovan Battista Martini - Piazza Rossini, 2

E’ un’istituzione statale nata nel 1942 dall’antico Liceo Filarmonico ed intitolata all’erudito padre francescano bolognese Giovan Battista Martini. Uno dei più antichi conservatori italiani, fu la prima scuola musicale pubblica in Italia. Tra i primi allievi, Gaetano Donizetti e il giovane Gioacchino Rossini tra il 1808-09. Oggi annovera più di ottanta cattedre per le diverse discipline oltre a laboratori sul canto lirico, sulla musica antica e contemporanea, di analisi delle tecnologie moderne applicate alla musica, recentemente anche alcuni corsi dedicati al jazz. www.conservatoriobologna.it

indirizzo: Piazza Rossini, 2 - 40126 Bologna (BO) rif mappa iat: C-5 tel: +39 051 221483; 051 233975 sito: www.consbo.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/1

Teatro Comunale - Largo Respighi

Nel 1763 su via Zamboni viene inaugurato con un’opera di Gluck il maggior teatro cittadino, il Teatro Comunale, su progetto del celebre scenografo ed architetto Antonio Galli Bibiena. Vi furono rappresentate numerose opere di Rossini e le prime italiane dell’Africana di Meyerbeer (1865) e del Don Carlos (1867) di Giuseppe Verdi, cui è dedicata la piazza antistante al teatro. La maggior fama del Comunale rimane però legata alla devozione wagneriana dei suoi direttori (A. Mariani, L. Mancinelli, G. Martucci), che ne fecero il teatro di quasi tutte le prime italiane dei drammi dell’innovativo compositore romantico tedesco.  A pochi passi dal Comunale, percorrendo via de’ Castagnoli, merita una sosta un atelier in via Belle Arti in cui si tramanda ancora la tecnica liutaia bolognese, sorta nel XV secolo grazie alla presenza di alcuni artigiani tedeschi in città.  www.tcbo.it

indirizzo: Largo Respighi 1 - 40126 Bologna (BO) rif mappa iat: C-5 tel: Biglietteria +39 051 529019 fax: +39 051 529995 email: boxoffice@comunalebologna.it sito: www.comunalebologna.it orari di apertura: Visite guidate in giornate e orari concordati con il teatro. Per informazioni contattare la biglietteria all'indirizzo: boxoffice@comunalebologna.it

Museo Internazionale e Biblioteca della Musica - Strada Maggiore, 34

Il percorso espositivo ripercorre circa sei secoli di storia della musica europea. Emergono per rarità e importanza storico-musicale l’Harmonice musices Odhecaton A, unico esemplare pervenutoci del primo libro musicale a stampa realizzato nel 1501 da Ottaviano Petrucci, il “misterioso” compito di Mozart (l’antifona autografa redatta da Mozart per l’ammissione all’Accademia Filarmonica), la raccolta completa dell’edizione del 1600 dell’Euridice, la partitura manoscritta autografa de Il Barbiere di Siviglia di Rossini; nella collezione di strumenti musicali l’armonia di flauti di Manfredo Settala (1650) e il Clavemusicum di Vito Trasuntino del 1606; tra i ritratti di Vivaldi, Händel, Gluck, Rossini, Donizetti, Bellini, Verdi, Wagner spiccano J. C. Bach dipinto da Gainsborough, il ritratto di Mozart ventenne, il ritratto di Farinelli di Corrado Giaquinto e la celebre Libreria musicale di Giuseppe Maria Crespi. Infine, al piano terra una sezione a parte è riservata alla ricostruzione del laboratorio di liuteria di Otello Bignami. www.museomusicabologna.it

indirizzo: c/o Palazzo Aldini Sanguinetti, Strada Maggiore 34, 40125 Bologna (BO) rif mappa iat: D-5 tel: +39 051 2757711 fax: +39 051 2757728 email: museomusica@comune.bologna.it sito: www.museibologna.it/musica orari di apertura: dal martedì alla domenica e festivi: 10 - 18.30 Chiuso i lunedì feriali, 1 gennaio, 1 maggio, 25 dicembre, 24 e 31 dicembre chiusura anticipata alle ore 14  ingresso:

intero € 5,00 

ridotto € 3,00:

  • visitatori over 65 anni
  • gruppi di almeno 10 unità, possessori Family Card del Comune di Bologna e YoungERcard, enti e associazioni convenzionati

ridotto € 2,00: visitatori di età maggiore di 18 anni e minore o uguale a 25 anni

Biglietto gratuito

  • la prima domenica del mese, nei mesi da OTTOBRE A MARZO (in vigore dal 7 aprile 2019)
  • ultime due ore di apertura del GIOVEDÌ nei mesi da APRILE a SETTEMBRE
  • visitatori di età fino a 18 anni compiuti
  • studenti Scuole Secondarie di II grado
  • studenti universitari muniti di tesserino
  • due accompagnatori per gruppo scolastico
  • insegnanti della scuola materna e operatori nido d'infanzia del Comune di Bologna in vigore dal 1° maggio 2019
  • 1 accompagnatore per gruppo di almeno 10 unità
  • 1 accompagnatore di minore che partecipa a laboratori programmati dal museo
  • guide turistiche munite di tesserino
  • giornalisti muniti di tesserino
  • portatore di handicap e accompagnatori
  • soci ICOM
  • enti e associazioni convenzionati,soggetti elencati art. 4 co 3 lettera a, b, d, e, f, g, h, i - Decreto n. 507 del 11/12/1997 e ss.mm. (anche studenti e docenti del Conservatorio e di altri istituti equiparati di cui alla lett. h)
  • possessori Card Cultura
  • possessori Bologna Welcome Card

Accademia Filarmonica - Via Guerrazzi, 13

Fondata nel 1666 con il motto “unitate melos” ovvero “musica nella condivisione”, diventò nel ‘700 una delle più alte istituzioni musicali europee, sotto la guida di Padre Martini.
Nel 1770 Mozart ottenne qui il diploma di "Maestro compositore"; la sua composizione autografa è conservata nell'Archivio storico dell'Accademia che nel 1884 gli intitolò l'attuale sala dei concerti. L'Archivio, visitabile su appuntamento, custodisce un patrimonio inestimabile documentario e bibliografico tra atti, libri e manoscritti. Progetto di punta dell’Accademia è l’Orchestra Mozart, diretta fino al 2014 da Claudio Abbado e protagonista di prestigiosi concerti nei principali teatri italiani ed europei.

www.accademiafilarmonica.it

indirizzo: Via Guerrazzi, 13 - 40125 Bologna (BO) rif mappa iat: D/E-5 tel: +39 051-222997 Segreteria fax: +39 051-224104 email: segreteria@accademiafilarmonica.it sito: www.accademiafilarmonica.it orari di apertura: Segreteria apertura al pubblico il lunedì, mercoledì e venerdì dalle 10 alle 13 e il martedì e il giovedì dalle 15 alle 19. Archivio e Biblioteca tel/Fax +39 051 6486261 archivio@accademiafilarmonica.it apertura al pubblico: lunedì dalle 14 alle 19; martedì dalle 8.30 alle 12.30. E' necessario fissare un appuntamento via email.

Chiesa di Santa Maria dei Servi - Strada Maggiore, 43

Tra i numerosi organi storici di Bologna (S. Petronio, S. Martino, S. Procolo, S. Domenico, S. Maria della Vita, Oratorio dei Filippini, S. Michele in Bosco solo per citarne alcuni) menzione particolare merita l’organo a trasmissione meccanica, capolavoro del 1967, tuttora protagonista di numerosi concerti.

indirizzo: Strada Maggiore, 43 - 40125 Bologna (BO) rif mappa iat: D-5 tel: +39 051 226807 orari di apertura: lunedì 8.30 - 12.00; martedì - domenica 8.30 - 12.00 e 16.00 - 19.00. Durante le funzioni religiose la visita turistica potrebbe essere limitata o sospesa. Gli orari potrebbero subire lievi modifiche. Per informazioni Curia Arcivescovile tel. 051 6480611   ingresso:

gratuito

Chiesa di Santa Cristina - Piazzetta Morandi, 2

Nel 1247 le monache camaldolesi fondano a Bologna il Convento di Santa Cristina “della Fondazza”.  La chiesa che vediamo oggi fu costruita nel 1602 da Giulio della Torre. L’interno a navata unica spicca per la strozzatura del presbiterio, che diventa una cassa di risonanza tale da trasformare Santa Cristina in un architettonico strumento musicale, dove il suono si diffonde con stupefacente nitidezza acustica. Proprio da questa caratteristica nasce il mito delle "suore musicanti": nell'aula dietro l'area absidale le suore cantavano protette da occhi indiscreti e la loro voce, attraverso due grate poste sopra l’altare maggiore, si propagava senza eco e senza rifrazioni fino all’ingresso. Nella chiesa le uniche due testimonianze scultoree del Guido Reni, raffiguranti i Santi Pietro e Paolo e un compendio della scuola artistica bolognese tra il ‘500 e il’ 700, culminante nell' Ascensione di Ludovico Carracci, sull'altare maggiore.

indirizzo: Piazzetta Morandi – 40125 Bologna (BO) rif mappa iat: E-6 tel: +39 051 19936315 email: info@genusbononiae.it sito: www.genusbononiae.it orari di apertura: La Chiesa di Santa Cristina è aperta al pubblico in occasione dei concerti e visitabile su appuntamento

Basilica di San Domenico - Piazza San Domenico, 13

Qui è visibile il coro, realizzato tra 1528 e 1551 da Frà Damiano da Bergamo.  Descritto dai contemporanei come l’ottava meraviglia del mondo, è uno degli ultimi capolavori d’intarsio del rinascimento maturo. Splendide nature morte di strumenti musicali decorano il bancone del leggio destinato a contenere i grandi libri corali (alcuni, risalenti al ‘300, sono esposti nel Museo).

indirizzo: Piazza San Domenico, 13 - 40124 Bologna (BO) rif mappa iat: E-4 tel: +39 051 6400411 email: basilica.sandomenico.bologna@gmail.com orari di apertura: dal lunedì al venerdì 9.00 - 12.00 e 15.30 - 18.00; sabato 9.00 - 12.00 e 15.30 - 17.00 e domenica 15.30 - 17.00 Durante le funzioni religiose la visita turistica potrebbe essere limitata o sospesa. Gli orari potrebbero subire lievi modifiche. Per informazioni Curia Arcivescovile tel. 051 6480611. ingresso:

gratuito

San Colombano, Collezione Tagliavini - Via Parigi, 5

San Colombano è un complesso canonico costituito da una serie di edifici aggregati nei secoli, a partire dal 610 circa. Il Complesso ospita la collezione di strumenti musicali antichi del Maestro Luigi Ferdinando Tagliavini, musicologo e musicista nato a Bologna e conosciuto a livello internazionale. Un ricco patrimonio di clavicembali, spinette, pianoforti, clavicordi, una raccolta di strumenti a fiato e un gruppo di strumenti automatici. Pezzi unici, molti dei quali riccamente decorati secondo i canoni della pittura paesaggistica del ‘600 e ‘700 e tutti funzionanti. Al terzo piano si trova la biblioteca Oscar Mischiati che raccoglie gli oltre diecimila volumi appartenuti al musicologo bolognese. Oltre alla collezione, San Colombano custodisce, in Oratorio, La Gloriosa Gara, il suggestivo ciclo di affreschi affidati ai migliori allievi dei Carracci. www.genusbononiae.it

indirizzo: c/o Oratorio di San Calombano Via Parigi 5 - 40121 Bologna (BO) rif mappa iat: C-3 tel: +39 051 19936366 fax: +39 051 279480 email: sancolombano@genusbononiae.it sito: www.genusbononiae.it/ orari di apertura: dal martedì alla domenica 11.00  - 19.00. Chiuso lunedì. Aperture e chiusure per le festività 2019-2020 Domenica 8 dicembre 2019 11.00 – 19.00 Martedì 24 dicembre 2019 11.00 – 16.00 Mercoledì 25 dicembre 2019 chiuso Giovedì 26 dicembre 2019 15.00 – 19.00 Martedì 31 dicembre 2019 11.00 – 16.00 Mercoledì 1 gennaio 2020 15.00 – 19.00 Lunedì 6 gennaio 2020 15.00 – 19.00 ingresso:
  • Accesso gratuito per i possessori della Bologna Welcome Card
  • Sono previsti biglietti integrati e singoli per tutti i musei di Genus Bononiae. Info su www.genusbononiae.it
  • Il Palazzo Pepoli. Museo della Storia di Bologna, il Palazzo Fava. Palazzo delle Esposizioni, San Colombano. Collezione Tagliavini, Santa Maria della Vita fanno parte del circuito della Card Musei Metropolitani. dettagli

Convento di San Francesco - Piazza San Francesco

In questo convento Giovan Battista Martini trascorre la sua vita di religioso e di erudito musicale e vi viene sepolto nel 1784 come ricorda un’iscrizione nella prima arcata a destra della chiesa. Qui raccoglie le sue collezioni musicali, oggi conservate al Museo della musica. La sua cultura enciclopedica gli procurò fama internazionale e la visita di maestri italiani ed europei di passaggio in città, attraendo allievi come W. A. Mozart e J. C. Bach a cui tenne lezione nella sua cella, oggi purtroppo distrutta.

indirizzo: Piazza San Francesco - 40122 Bologna (BO) rif mappa iat: D-2 tel: +39 051 221762 sito: www.sanfrancescobologna.org/ orari di apertura:  tutti i giorni 6.45 - 12.00 e 15.30 - 19.00 Durante le funzioni religiose la visita turistica potrebbe essere limitata o sospesa. Gli orari potrebbero subire lievi modifiche. Per informazioni Curia Arcivescovile tel. 051 6480611. ingresso:

gratuito