Welcome is Bologna

Soul Museum

30 anni di storia del Porretta Soul Festival

Vicolo Sam Cooke (Ang. Via Mazzini 76) Porretta Terme Bologna (BO)

Data ultimo aggiornamento: 03/09/2019, 15:28

Il museo si trova nel centro di Porretta nel Vicolo che contiene il murale di Sam Cooke, uno dei padri della musica soul,  al civico 76 di Via Mazzini. Il museo raccoglie le testimonianze del passaggio da Porretta dei grandi del soul, a cominciare da Rufus Thomas ,  Bobby Rush o Toni Green  di cui si conservano abiti di scena, calzature o altri oggetti personali. Molto vasta la raccolta fotografica e  la parte audiovideo.

Fin dal 1988 il Porretta Soul Festival, Tribute To Otis Redding è diventato il più prestigioso appuntamento europeo dedicato interamente alla musica soul e rhythm & blues, con un riferimento particolare alla musica di Memphis, il Memphis Sound, la scuola musicale del grande Otis Redding, al quale il festival è dedicato.

In oltre  trent’anni da Porretta sono passati i più bei nomi del soul, molti di questi giunti appositamente per la prima volta in Europa, altri, autentiche leggende, scovati in sperdute località del “deep south”, il profondo sud degli States e riproposti al pubblico e alla stampa internazionale che ha parlato  del “miracolo” di Porretta come dell’evento musicale degli ultimi anni.

Gli addetti ai lavori hanno dovuto anche rivedere la geografia della musica nera, inserendo Porretta nel percorso dei grandi avvenimenti musicali. Porretta è così entrata di diritto nelle enciclopedie e nelle biografie ufficiali dei grandi interpreti del soul tanto che si è guadagnata un posto nel prestigioso Stax Museum of American Soul Music a Memphis. 

Una curiosità: a Porretta ci sono il parco Rufus Thomas e via Otis Redding e un ponte dedicato a Solomon Burke.

Photogallery

Nelle vicinanze