Welcome is Bologna

Monumento di Raffaele Bisteghi

Cimitero Monumentale della Certosa

Via della Certosa, 18 Bologna (BO)
MAP

Data ultimo aggiornamento: 16/04/2018, 12:34

Il monumento, uno dei più scenografici realizzati dal Barberi in Certosa e uno degli esiti più alti della sua opera insieme alla vicina tomba Cavazza e alla Borghi-Mamo, è dedicato a Raffaele Bisteghi, morto nel maggio 1881. 
La rappresentazione crudamente realistica dell’agonia del moribondo, unita alla minuziosa resa dei particolari, si contrappongono alla realizzazione del maestoso e severo angelo, con i suoi accenti di gusto già Liberty. Nella forte drammaticità della scena contrasta la figura fin troppo pacata della consorte, devotamente inginocchiata al capezzale del marito morente, tanto che fu oggetto di critiche già all’epoca dell’inaugurazione del monumento. Tuttavia i disegni e i bozzetti per l’opera dimostrano l’originario intento verista del Barberi, poi edulcorato dall’intervento della committenza. E mentre l’idea della raffigurazione del defunto con la testa sprofondata nel cuscino fu forse ispirata allo scultore dall’amico pittore Luigi Serra, fu un altro amico e collega, Antonio Tartarini, a occuparsi del basamento e dello stile delle iscrizioni.

Monumento di Raffaele Bisteghi

Monumento di Raffaele Bisteghi, Enrico Barberi (1850-1941), Galleria degli Angeli, 1891