Welcome is Bologna

Modello di mulino da seta alla bolognese

Museo del Patrimonio Industriale | Fornace Galotti

Via della Beverara 123 Bologna (BO)

Tel: +39 051 6356611

Data ultimo aggiornamento: 18/04/2018, 17:45

Il modello funzionante in scala 1:2 di mulino da seta alla bolognese, ricostruito dal Museo, recupera la memoria di questa macchina straordinaria andata perduta nell'Ottocento e che rappresentava il punto più alto della tecnologia europea prima della Rivoluzione industriale. Infatti, fin dal XV secolo Bologna è stata leader nella produzione serica grazie a innovazioni tecnologiche e di processo che ne hanno determinato l'affermazione a livello internazionale.

Nei mulini, dislocati nella zona nord-occidentale della città, si meccanizzava parte del processo di lavorazione della seta e in particolare l'incannatura del filo, cioè il passaggio da rocchetti ad aspi, e la sua torcitura, vale a dire l'unione di più fili per rinforzare la fibra di seta.

La lavorazione della seta avveniva dentro le mura e l'intero processo era gestito da mercanti-imprenditori. Le contrattazioni per l'acquisto dei bozzoli avvenivano nell'attuale Piazza Galvani, mentre diversi erano i modi di produzione utilizzati nelle altre fasi del ciclo di lavorazione: c'erano manifatture per la trattura del filo; il sistema di fabbrica nei mulini da seta; il lavoro di tessitura a domicilio svolto da centinaia di donne; la bottega artigiana per la rifinitura del prodotto.

Modello di mulino da seta alla bolognese - Museo del Patrimonio Industriale

Anni 1980
Archivio Fotografico
Museo del Patrimonio Industriale

Nelle vicinanze