Welcome is Bologna

L'Amor Patrio e Il Valore Militare

Piazza Maggiore, 6, 40121 Bologna BO Bologna (BO)
MAP

Data ultimo aggiornamento: 08/05/2019, 16:02

Collocati tra i finestroni tardogotici e la muratura basamentale “a scarpa” della facciata di Palazzo d’Accursio, si possono ammirare due preziosi monumenti in bronzo realizzati dallo stimato scultore Bolognese Giuseppe Romagnoli.

Le due monumentali sculture bronzee raffiguranti l’amor Patrio e il Valore Militare, risalgono al 1909 e sono oggi considerati tra gli esiti più alti del liberty in Italia. Realizzati a cavallo della fase artistica bolognese e quella romana di Romagnoli, in queste due opere si può osservare un’interessante commistione tra lo stile e i motivi simbolisti con un particolare trattamento dei volumi.

I due bronzi facevano parte del monumento commemorativo al Re Umberto, denominato anche il "Re Buono", considerato uno dei più grandi sostenitori della libertà e degli ideali democratici. Con questo grande monumento, Bologna voleva rendergli omaggio in occasione della sua visita in città dopo la liberazione dagli austriaci.
Nel 21 Dicembre 1943 le parti in marmo del monumento furono distrutte dai fascisti in base all’ordinanza della Repubblica di Salò di eliminare ogni traccia delle ex casa regnante. I due bronzi vennero salvati e, superstiti, furono collocati nel 1945 presso Villa delle Rose per poi essere successivamente spostati nel cortile dell’Accademia delle Belle Arti di Bologna.

I due monumenti artistici vengono riscoperti solo nel 2012 dall’appassionato sostenitore d’arte Francesco Amante, che ne intuisce il valore artistico e culturale, prendendosi a carico la restaurazione e ricollocazione, restituendo alla facciata del palazzo d’Accursio il suo aspetto originario.

La restaurazione, avvenuta grazie all’utilizzo di tecniche di ultima tecnologia per la prima volta usati fuori dall’ambito accademico, ha ripristinato l’opera nella sua integrità e specificità originarie. Il restauro restituisce così al nostro patrimonio culturale un’opera di grande bellezza e valore storico ma soprattutto riconsegna un importante pezzo d’arte a Bologna e ai suoi cittadini.