Welcome is Bologna

Sala Urbana aperta ai visitatori

Sala Urbana aperta ai visitatori

SALA URBANA APERTA AI VISITATORI
Le Collezioni Comunali d'Arte si arricchiscono di una nuova meraviglia


Sala Urbana, una delle più belle sale delle Collezioni Comunali d'Arte di Palazzo d'Accursio, è di nuovo accessibile al pubblico dopo i lavori di restauro al soffitto e alle decorazioni pittoriche.

Sala Urbana, altrimenti detta Sala degli Stemmi, fu fatta costruire nel 1630 dal legato pontificio Bernardino Spada che la volle dedicata a Urbano VIII. La sala, a pianta rettangolare, è opera dell'architetto Ercole Fichi, degli artisti Girolamo Curti e Agostino Mitelli e del pittore Angelo Michele Colonna che ne decorò il soffitto, realizzando una delle opere più importanti del barocco bolognese. Le pareti sono rivestite da una ricca decorazione araldica in stile barocco, composta da 188 stemmi e tre scene figurate.
Disposti su quattro file, gli stemmi rappresentano le insegne araldiche dei legati, vicelegati e governatori pontifici che si succedettero a Bologna dal 1327 al 1744 e costituiscono uno straordinario compendio di storia della città e di storia ecclesiastica.

Chiusa dal 2006 a causa dello stato di avanzato degrado, il restauro – eseguito nell'ambito di due progetti europei- è iniziato nell'aprile del 2013 e si è concluso a giugno 2014, con la messa in sicurezza del soffitto, l'installazione di una nuova copertura ventilata, la sostituzione dei vecchi infissi di legno con infissi altamente performanti in grado di proteggere la sala dai raggi solari e di rinfrescare l'aria senza ricorrere all'uso di condizionatori, l'installazione di un nuovo sistema di illuminazione a risparmio energetico e di un impianto di domotica.
Il restauro ha riguardato anche le decorazioni pittoriche di tutta la sala .

Per le sue qualità innovative il progetto riceverà una menzione speciale il prossimo 21 novembre in occasione della “Settimana della Bioarchitettura e della Domotica” in programma a Modena.

Dai nostri social