Welcome is Bologna

"Merchant City Festivals", Voodoo Sound Club in concerto il 3 agosto a Glasgow

"Merchant City Festivals",  Voodoo Sound Club in concerto il 3 agosto a Glasgow

Sarà la musica dei Voodoo Sound Club a rappresentare Bologna e l’Italia a Glasgow il 3 agosto in occasione del "Merchant City Festivals".

Glasgow è una delle cinque “Città Creative della Musica Unesco” nel mondo, assieme a Bologna, Siviglia, Gent e Bogotà.
Per celebrare l’evento, Glasgow ha invitato una selezione di gruppi musicali da queste città a prendere parte al concerto conclusivo del "Merchant City Festivals" del 3 agosto. Per Bologna si esibiranno i Voodoo Sound Club con il loro mix di jazz, funky, afrobeat e musica psichedelica, da Gent arriveranno i Rhythm Junks, a rappresentare Siviglia ci sarà La Suite Bizarre.

“Glasgow, come città Unesco della musica, è lieta di accogliere band e musicisti provenienti da ogni parte del mondo e di dare vita al fantastico Merchant City Festival”, spiega Svend Brown, direttore del Glasgow UNESCO City of Music.

La manifestazione celebra la sua XI edizione con 300 eventi tra musica, danza, teatro, street art, design, cinema, arti visive nel cuore del suggestivo centro storico di Glasgow, con diverse prime mondiali. Quest’anno, inoltre, il "Merchant City Festival" incrocia i Giochi Olimpici di Londra 2012, per i quali Glasgow ospiterà alcune gare ufficiali del torneo di calcio, e rappresenterà l’ideale prosecuzione di cultura e divertimento degli eventi sportivi.

Voodoo Sound Club si forma a Bologna nel 2007 da un’idea di Guglielmo Pagnozzi. La musica di VSC, miscela jazz, funky, afrobeat e psichedelia, o più sinteticamente “Voodoo Jazz”, riporta il jazz vicino a tutte le forme della black music che hanno fatto ballare intere generazioni: il funk, il beat, il rock fino ad arrivare all’originale matrice africana.
Il repertorio, composto principalmente da brani originali ma anche da cover scelte di Manu Dibango, Fela Kuti e Jimi Hendrix, è interamente dedicato all’energia e al ballo ma riesce a gratificare anche le orecchie degli ascoltatori più raffinati ed attenti: l’ipnotica ripetitività delle progressioni ritmiche e le torrenziali improvvisazioni del saxofono del leader, intrise di preziosa intensità espressiva, esplodono in una dimensione più rituale ed ancestrale, che coinvolge intensamente il pubblico sul piano intellettuale, fisico ed emotivo.
VSC può vantare all’attivo collaborazioni con artisti come Roy Paci, Gianluca Petrella, Federico Poggipollini , Reda Zine e i percussionisti africani Billy Konatè, Sire Doumbouya, Famoudou Konatè.
Il gruppo: Guglielmo Pagnozzi (sax, voce, tastiere), Danilo Mineo (percussioni), Lazzaro Piccolo (chitarra), Salvatore Lauriola aka Messico (basso), Gaetano Alfonsi (batteria), Reda Zine (voce e chitarra).

Info: http://www.glasgowcityofmusic.com/

Dai nostri social