Welcome is Bologna

Chiese, pievi, battisteri

Cattedrale Metropolitana di San Pietro

Cattedrale Metropolitana di San Pietro

Cattedrale Metropolitana in quanto sede del Vescovo Metropolita e centro liturgico e spirituale della diocesi di Bologna, San Pietro era già esistente nel X secolo. Distrutta e riedificata più volte nel corso dei secoli, l’attuale chiesa ebbe inizio nel 1605. L'interno barocco è di maestosa bellezza.

Basilica di San Petronio

Basilica di San Petronio

Dedicata al Santo patrono della città, la Basilica di San Petronio venne costruita a partire dal 1390 per volontà del Comune di Bologna , su progetto di Antonio di Vincenzo. La basilica, che doveva essere la più grande del mondo cristiano, non fu mai completata e i lavori terminarono nel 1659 con il completamento dell'abside.

Complesso di Santo Stefano

Complesso di Santo Stefano

La Basilica di Santo Stefano, uno tra i più affascinanti luoghi di Bologna, è in realtà un complesso di edifici sacri, conosciuto anche come complesso delle "Sette Chiese" o “Santa Gerusalemme”, per la particolare e originale articolazione degli edifici che richiamano la passione di Gesù.

Santuario di San Luca

Santuario di San Luca

Tradizionale oggetto di culto religioso legato alla devozione dell'immagine della Beata Vergine di S. Luca nonchè confortante approdo visivo per i bolognesi che rientrano in città, il Santuario posto sul Colle della Guardia rappresenta uno dei simboli di Bologna.

Basilica di San Domenico

Basilica di San Domenico

Iniziata dopo la morte del santo (1221), la Basilica è una delle chiese bolognesi più ricche di storia d'arte. Di straordinario incanto la cappella di S. Domenico con la splendida arca marmorea che ne custodisce le spoglie.

Basilica di San Francesco

Basilica di San Francesco

Primo esempio in Italia di stile gotico di derivazione francese, la Basilica di San Francesco venne innalzata fra il 1236 e il 1254 per iniziativa della comunità Francescana insediatasi in città fin dal 1218 con Bernardo di Quintavalle.

Chiesa di Santa Maria dei Servi

Chiesa di Santa Maria dei Servi

La Basilica di Santa Maria dei Servi è opera della volontà di padre Andrea Manfredi da Faenza e mastro Antonio di Vincenzo, che già avevano collaborato per il progetto della Basilica di San Petronio.

Chiesa di Santa Maria della Vita

Chiesa di Santa Maria della Vita

Importante esempio di barocco bolognese, il complesso monumentale di S. Maria della Vita comprende il Santuario, che custodisce il celebre Compianto sul Cristo Morto di Niccolò dell’Arca, l'Oratorio dei Battuti e il Museo della Sanità. Il complesso fa parte del percorso di Genus Bononiae. Musei nella Città.

Basilica di San Giacomo Maggiore

Basilica di San Giacomo Maggiore

Situata su una delle più attraenti piazze di Bologna, la Chiesa di San Giacomo Maggiore venne ristrutturata alla fine del '400 e presenta forme derivanti da un pastiche di stili diversi: forme romaniche all'esterno e forme gotiche (sagrestia e alcune cappelle) e tardo rinascimentali (navata e altre cappelle) all'interno.

Complesso di San Michele in Bosco

Complesso di San Michele in Bosco

La Chiesa di San Michele in Bosco è un imponente complesso architettonico comprendente la chiesa e l'adiacente ex-convento degli Olivetani, uno dei più grandiosi e ameni d'Italia. Si erge in uno dei punti più panoramici dei colli a ridosso di Bologna e il suo sagrato costituisce uno splendido balcone sulla città e sulla pianura fino alla catena alpina.

Corpus Domini o Chiesa della Santa

Corpus Domini o Chiesa della Santa

Comunemente nota come "Chiesa della Santa" per la presenza del corpo incorrotto di Santa Caterina de' Vigri, fondatrice nel 1456 del primo convento di suore Clarisse a Bologna, è uno dei santuari cittadini più cari alla devozione popolare.

Chiesa di Santa Maria della Pioggia

Chiesa di Santa Maria della Pioggia

La chiesa di Santa Maria della Pioggia, era originariamente nota come Chiesa di San Bartolomeo di Reno. Accanto ad essa nel Medioevo scorreva infatti il Canale di Reno, poi sotterrato, a cui la chiesa doveva il nome. Il santuario fu poi intitolato alla Vergine della Pioggia, la cui tavola conservata nella chiesa raffigura una Madonna col Bambino circondati da sette teste d'angeli.

Chiesa di San Martino

Chiesa di San Martino

Fin dal secolo XIII culla della comunità bolognese dell'Ordine dei Carmelitani, la chiesa venne innalzata nella prima metà del '300 e fu dotata di volte in mattoni nel 1457 e di una nuova fronte verso la fine del sec. XV (poi riportata in forme gotiche nel 1879).

Chiesa di SS. Salvatore

Chiesa di SS. Salvatore

Di origine antichissima, la Chiesa di Santissimo Salvatore ospitò fin dal secolo XII i Canonici Regolari di S. Maria di Reno. L'edificio odierno non coincide però con quello originale, quest'ultimo infatti fu completamente cancellato  tra il 1606 e il 1623, quando venne innalzato un nuovo monumentale tempio su disegno del barnabita padre Ambrogio Mazenta e dell'architetto Tommaso Martelli.

Chiesa dei Santi Bartolomeo e Gaetano

Chiesa dei Santi Bartolomeo e Gaetano

Di origine remota, appartenne nel sec. XI ai Benedettini di Nonantola. Dopo avere accolto nel '200 una comunità di monache cluniacensi, nel 1516 la chiesa venne demolita per fare posto ad una nuova fabbrica di mole più imponente, affidata all'arch. Andrea da Formigine che innalzò il superbo porticato.

Complesso di San Giovanni in Monte

Complesso di San Giovanni in Monte

Il Complesso di San Giovanni in Monte è un edificio storico, una cinquecentesca fabbrica conventuale (1543) che tuttora domina, dal "monte" artificiale, la porzione limitrofa del centro di Bologna antica. Tra le realizzazioni cinquecentesche è il grande refettorio, l’attuale Aula Giorgio Prodi in cui spicca l’affresco di Bartolomeo Cesi.

Chiesa di San Giovanni in Monte

Chiesa di San Giovanni in Monte

La storia della Chiesa di San Giovanni in Monte si ricollega alla simbologia dei luoghi santi di Gerusalemme, riprodotti nel vicino complesso ecclesiale di Santo Stefano.

Chiesa di San Paolo Maggiore

Chiesa di San Paolo Maggiore

Fatta erigere dai Chierici Regolari di S. Paolo o Barnabiti tra il 1606 e il 1611, su disegno del confratello architetto Ambrogio Mazenta, nel 1634-36 la chiesa venne arricchita di una fronte armoniosa realizzata da Ercole Fichi.

Chiesa dei Santi Vitale e Agricola

Chiesa dei Santi Vitale e Agricola

La chiesa si vuole innalzata sui resti dell'Arena romana dove, secondo la tradizione, sotto l'impero di Diocleziano, subirono il martirio i Santi Vitale e Agricola, i cui corpi furono riconosciuti da sant'Ambrogio durante la visita compiuta a Bologna nel 392.

Chiesa dei Santi Gregorio e Siro

Chiesa dei Santi Gregorio e Siro

La Chiesa dei SS. Gregorio e Sirio fu edificata nel centro storico di Bologna tra il 1532-1535. Nel 1780 in seguito ai danni riportati durante un violento terremoto vennero rifatte le volte e la facciata. All’interno opere di Camillo Procaccini, Lucio Massari, Calvart, Calvi e Carracci.

Chiesa di San Procolo

Chiesa di San Procolo

La chiesa è custode del sepolcro di San Procolo, uno dei primi martiri della tradizione cristiana bolognese

Complesso di Santa Cristina

Complesso di Santa Cristina

Il complesso di S. Cristina "della Fondazza" nasce come monastero delle monache camaldolesi. Ristrutturato alla fine del XV secolo, si sviluppa attorno al grande chiostro quadrangolare. Il prestigio dell'edificio è attestato dalle eleganti decorazioni del chiostro e dalla Crocifissione di scuola di Lorenzo Costa affrescata nell'attuale Aula Magna.

Chiesa di Santa Cristina

Chiesa di Santa Cristina

Inaugurata e aperta al pubblico dal 2007, la Chiesa di Santa Cristina della Fondazza è una delle chiese più belle della città, al cui interno sono custodite opere di grande valore artistico. Oggi è auditorium musicale di grande fascino e sede di una scuola di canto gregoriano.

Chiesa parrocchiale Corpus Domini

Chiesa parrocchiale Corpus Domini

La parrocchia del Corpus Domini, eretta dal Card. Poma nel 1975 nella periferia Sud-Est di Bologna (in zona Fossolo 2) e sita in viale Lincoln 7 a Bologna, ha ora la sua chiesa definitiva, progettata dall'Architetto Umberto Spagnoli.

Chiesa di San Girolamo della Certosa

Chiesa di San Girolamo della Certosa

L'antico e grandioso centro monastico trae origine dall'Ordine certosino che vi si insediò nel 1333. La chiesa venne consacrata nel 1359, mentre agli esordi del '600 una nuova possente torre campanaria si aggiunse al piccolo campanile del sec. XIV.

Cenobio di San Vittore

Cenobio di San Vittore

Situato sul colle fuori Porta Castiglione, l'antico Cenobio è uno splendido edificio di stile romanico composto da chiesa, chiostro e foresteria.

Chiesa di San Paolo in Monte

Chiesa di San Paolo in Monte

Edificata dai Minori Osservanti nel 1403, fu totalmente ricostruita da Vincenzo Vannini nel 1828 in stile neoclassico.

Cripta di San Zama

Cripta di San Zama

La storia della cripta è legata al sorgere della prima comunità cristiana bolognese. Tutti i vescovi della diocesi bolognese furono inumati qui fino all’VIII-IX secolo (a eccezione di San Petronio sepolto nel complesso di Santo Stefano).

Chiesa di Santa Maria e San Valentino della Grada

Chiesa di Santa Maria e San Valentino della Grada

La chiesa di Santa Maria e San Valentino della Grada deve il suo nome alla grada di ferro ancora visibile attraverso cui il Canale di Reno entrava dalle mura della città e che veniva utilizzata per impedire l'eventuale ingresso di nemici nella città.

Chiesa Ortodossa San Basilio

Chiesa Ortodossa San Basilio

La Chiesa Ortodossa san Basilio di Bologna, appartenente alla giurisdizione canonica del Patriarcato di Mosca, è la più antica Chiesa Ortodossa dell’Emilia Romagna, fu infatti fondata nel 1973 e ha sede nella ex-chiesa di sant’Anna dei padri certosini.

Sinagoga

Sinagoga

Alla fine del Settecento la comunità lentamente si ricostituì dopo la dispersione seguita all'espulsione del 1593.

Eremo di Ronzano o Chiesa di San Vincenzo

Eremo di Ronzano o Chiesa di San Vincenzo

Situato su un colle fra una folta vegetazione di querce secolari, castagni e cipressi (vi cresce anche l'olivo) e con una magnifica vista panoramica sulla città e sulla zona collinare, dopo aver accolto nel secolo XII un romitorio di pie donne, oggi appartiene ai Servi di Maria che ne hanno fatto un centro di spiritualità.

San Michele Arcangelo di Gaibola

San Michele Arcangelo di Gaibola

Chiesa parrocchiale tuttora esistente, la cui costruzione è tradizionalmente fatta risalire addirittura all'VIII secolo, in piena età longobarda.

Chiesa di S. Martino a Casalecchio di Reno

Chiesa di S. Martino a Casalecchio di Reno

Fondata nel Seicento dai Frati Martiniani, la chiesa parrocchiale di San Martino, a chi viene da Bologna, appare improvvisamente dopo la curva di Villa Ghillini. Fino a non molti anni addietro la chiesa dominava tutta Casalecchio di Reno, dal suo terrazzo naturale appoggiato alla collina e ai boschi del Monte Castello.

Chiesa di Santa Maria Assunta

Chiesa di Santa Maria Assunta

Unica opera in Italia del grande architetto finlandese Alvar Aalto è considerata tra i più significativi esempi di arte sacra contemporanea.

Oratorio di Santa Caterina d’Alessandria

Oratorio di Santa Caterina d’Alessandria

Costruito interamente in perfetto opus quadratum mostra nella facciata d’ingresso un portale che fu evidentemente preso a modello per il rifacimento di quello della chiesa maggiore.