Welcome is Bologna

Quinto Ghermandi. La leggerezza del gesto

A cento anni dalla nascita, 1916 - 2016

Dal: 15/10/2016 - Al: 18/11/2016

Accademia di Belle Arti, via delle Belle Arti 54 - Bologna

Tel: +39 051 4226411

Data ultimo aggiornamento: 09/11/2016, 13:37

Quinto Ghermandi (1916 – 1994) artista bolognese, docente e anche direttore dell’Accademia di Belle Arti quest'anno compirebbe cento anni.
L'Accademia lo omaggia con la mostra Quinto Ghermandi. La leggerezza del gesto  attraverso un percorso che si snoda tra Aula Magna e Cortile del Terribilia in cui sono esposte numerose fotografie (di Erhard Wehrmann, Archivio Camera, Daniele Lelli, Gregers Nielsen e altri) che documentano attività e vita dell’artista, video e una selezione di cinque opere di grande formato, sculture in bronzo già presenti in Accademia o provenienti da collezioni private, come Grande foglia e Per traguardare il volo degli uccelli.

Quinto Ghermandi. La leggerezza del gesto“Credo in una scultura funzionale – scrisse una volta Ghermandi – cioè che faccia parte dell’ambiente in cui si vive”.  E numerose sono infatti le opere d’arte “pubblica” che ha lasciato a Bologna:  la grande fontana del Padiglione Nuove Patologie dell’ospedale Sant’Orsola, il Toro dell’omonima galleria di via Ugo Bassi, il gruppo scultoreo “La Famiglia” in piazza VIII Agosto e molte altre ancora.
Sue opere sono presenti anche  in raccolte pubbliche e private in Europa, soprattutto in Scandinavia, negli Stati Uniti e in America Latina.

Per la ricorrenza del centenario la Biblioteca Salaborsa di Bologna celebra l’artista con un piccola esposizione bibliografica di libri e cataloghi di mostre dal titolo “Quinto Ghermandi. La scultura come poesia”.

L’esposizione è promossa e curata dall’Accademia di Belle Arti di Bologna, in collaborazione con Francesca Ghermandi e Graziano Campanini, con l’allestimento a cura della Scuola di Scenografia (docenti Enrico Aceti, Elisa Tranfaglia, Antonio Esposito e Gian Giacomo Cara). Accompagna la mostra il catalogo Quinto Ghermandi in fonderia, a cura di Francesca Ghermandi e Gianluigi Toccafondo, che presenta un ricco repertorio di fotografie e alcuni testi di Leo Lionni, Giuseppe Marchiori, Mauro Mazzali, Bruno Raspanti, Nicola Zamboni.

  • Dal: 15/10/2016
  • Al: 18/11/2016

dal lunedì al venerdì ore 10-19; sabato ore 10-13; chiuso domenica e festivi.

Quinto Ghermandi. La leggerezza del gesto

Nelle vicinanze