Welcome is Bologna

Omaggio alla femminilità nella Belle Époque

Da Toulouse-Lautrec a Ehrenberger

Dal: 5/11/2016 - Al: 31/01/2018

Museo d’Arte MAGI'900

Via Rusticana A/1 - 40066 Pieve di Cento (BO)

Tel: +39 051 6861545

Data ultimo aggiornamento: 15/11/2016, 12:53

Il clima effervescente e coinvolgente della Belle Époque rivive al MAGI’900 di Pieve di Cento a partire dal 5 novembre in un allestimento costruito sul filo sottile della seduzione femminile, uno dei temi più trasversali percorsi dalle arti visive tra Ottocento e Novecento. Bellissime e intriganti, oggetti del desiderio ma anche consapevoli e ormai proiettate verso l’emancipazione, le donne rappresentate nell’arte, nella decorazione, nell’editoria, nella moda e nella pubblicità furono migliaia e i loro tratti, sospesi tra realtà e immaginario, sono ancora oggi riconoscibili come icone di uno stile ineguagliato.
Il Museo MAGI’900 apre dunque una nuova sezione espositiva nella quale opere originali - molte in collezione permanente - dialogano con riviste, manifesti, documenti, stampe e oggetti dell’epoca, per rendere omaggio alla rilevanza assunta dalla figura della donna nell’estetica e nella società in quei magici decenni di passaggio tra i due secoli.

Omaggio alla femminilita nella Belle EpoqueOmaggio alla femminilità nella Belle Époque. Da Toulouse-Lautrec a Ehrenberger presenta una panoramica internazionale che dalla mitica Francia del Moulin Rouge guarda all’Italia, passando poi per Austria, Germania, Belgio e Stati Uniti, molti dei nomi più noti dell’arte e dell’illustrazione si affiancano a quelli di autori meno conosciuti, ma altrettanto significativi di quel gusto inconfondibile.
Dai bei ritratti femminili di Giovanni Boldini (Ferrara,1842 – Parigi,1931) e le opere grafiche del suo amico fraterno Paul César Helleu (Vannes, 1859 - Parigi,1923), alle più importanti riviste francesi dell’epoca come Le Sourire, Gil Blass, Le Frou Frou, L’Assiette au Beurre, L’Eclipse, La Lune Rousse, Fantasio, Le Humoristes, La Vie Parisienne e il rarissimo esemplare di Le Rire del 1895-96 contenente alcune delle più ricercate litografie di Toulouse-Lautrec (Albi, 1864 - Saint-André-du-Bois,1901). E ancora i manifesti pubblicitari di Marcello Dudovich, capolavori di grande modernità e intensità cromatica; la raffinata cromolitografia di Vittorio Corcos ( Livorno, 1859 – Firenze, 1933); l’immagine femminile carica di umorismo di Aroldo Bonzagni (Cento, 1887 – Milano, 1918); riviste illustrate come Novissima, Poesia, Fantasio, Italia ride, L’Asino, Il Mulo, La scena illustrata, La Grande Illustrazione, Il Mondo Umoristico, Sigaretta, Satana Beffa, Il Giornalino della Domenica, La Lettura, Ars et Labor, Il Secolo XX; le figure di due artisti nativi di Pieve di Cento, il pittore Remo Fabbri (1890 – 1977) e lo scultore Antonio Alberghini (1888- 1979); le trasgressive incisioni di Felicien Rops (Namur, 1833 – Essonnes, 1898) e i libri dedicati al tema da Eduard Fuchs (Göppingen, 1870 – Parigi, 1940); i celebri album di Charles Dana Gibson (Roxbury, 1867 – New York, 1944). Nella sezione dedicata ad Austria e Germania la  celeberrima copertina della rivista Ver Sacrum, disegnata da Gustav Klimt (Vienna, 1862 – Neubau, 1918) nel marzo 1898, i numeri unici di Ferdinand Reznicek (Vienna, 1868 – Monaco di Baviera, 1909) tra cui il Wiener Tanz Album del 1907, fino alle più belle riviste tedesche come Jugend, Simplicissimus, Lustige Blätter. E proprio per illustrare la rivista di costume Lustige Blätter sono state realizzate molte delle oltre quaranta tempere originali di Lutz Ehrenberger (Sohn eines Weinbauern, Graz,1878 – Saalfelden, 1950) recentemente acquisite dal MAGI’900. All’artista austriaco il museo intende infatti dedicare, a partire da questa mostra, un percorso di studio e valorizzazione che lo riportino alla notorietà e al grande successo ottenuto in vita.


LEGGI TUTTO SULLA MOSTRA
Maggiori informazioni e aggiornamenti www.magi900.com - www.facebook.com/MuseoMagi900 - www.twitter.com/MuseoMagi900

  • Dal: 5/11/2016
  • Al: 31/01/2018

da martedì a domenica 10:00-18:00. Chiuso lunedì anche festivo.
Il museo è chiuso nel mese di agosto, 25 e 26 dicembre, 1 gennaio e domenica di Pasqua. Nei mesi estivi il Museo non subisce variazioni di orario.
Inaugurazione 5 novembre 2016, ore 17.00

biglietto intero € 5,00
biglietto ridotto € 3,00 per: under 18, over 65, studenti con tessera

Omaggio alla femminilità nella Belle Époque. Da Toulouse-Lautrec a Ehrenberger

Nelle vicinanze