Welcome is Bologna

Giovanni da Modena. Un pittore all'ombra di San Petronio

Dal: 13/12/2014 - Al: 12/04/2015

Data ultimo aggiornamento: 13/04/2015, 09:38

Giovanni da Modena. Un pittore all'ombra di San Petronio

12 dicembre 2014 - 12 aprile 2015

Museo Civico Medievale - Basilica di San Petronio

 

Opportunità unica di vedere aperte e ben illuminate quattro cappelle della Basilica di San Petronio - Cappella Bolognini (autentico capolavoro con gli affreschi Il giudizio universale, Storie dei Magi, Storie di San Petronio), Cappella dei Dieci di Balia, Cappella di Santa Brigida, Cappella della Società dei Notai - e dunque di poter apprezzare la grandezza di Giovanni di Pietro Falloppi, meglio conosciuto come Giovanni da Modena, uno dei maggiori protagonisti della pittura tardogotica in Italia.

La completezza della proposta su questo artista è un proficuo dialogo tra il Museo Civico Medievale e la Basilica di San Petronio grazie all'esposizione Giovanni da Modena. Un pittore all'ombra di San Petronio a cura di Daniele Benati e Massimo Medica. Si tratta della prima mostra dedicata a questo importante artista, modenese di nascita, ma bolognese di adozione, autore appunto della decorazione della ben nota Cappella Bolognini in San Petronio (1411-12 ca), con Il Giudizio universale, Storie dei Magi e Storie di San Petronio, capolavoro assoluto della pittura tardogotica bolognese che, insieme alle altre testimonianze ancora presenti nella basilica - tra cui i grandi affreschi di significato allegorico nella Cappella dei Dieci di Balia (1420) - costituisce un necessario completamento del percorso espositivo.
 
L'esposizione al Museo Medievale mette a confronto varie opere del pittore provenienti da musei e collezioni private - dipinti su tavola come San Giacomo, San Pietro, San Francesco, San Nicola da Tolentino (Bologna, Compagnia dei Lombardi), Madonna con Gesù Bambino (Modena, Museo Civico d'Arte) e Madonna con Bambino (Ferrara, Pinacoteca Nazionale), affreschi come la Madonna con Bambino e due angeli (Carpi, chiesa di San Francesco), Vergine con il Bambino (Bologna, chiesa di Santa Maria dei Servi ) e miniature - tentando di ricostruirne il lungo periodo di attività, avviato all'inizio del XV secolo, come rivelano le due miniature all'interno degli Statuti dell'Arte dei Drappieri (1407, Bologna, Museo Civico Medievale), quando la sua presenza risulta già documentata a Bologna, dove rimane fino agli anni Cinquanta del Quattrocento, come testimonia la tempera con San Bernardino (1451, Bologna, Pinacoteca Nazionale).

 

Maggiori informazioni e aggiornamenti su www.museibologna.it

  • Dal: 13/12/2014
  • Al: 12/04/2015

Museo Civico Medievale
da martedì a venerdì 9.00-15.00; sabato, domenica e festivi 10.00-18.30. Chiuso: lunedì, 25 dicembre e 1 gennaio.
Domenica 5 e lunedì 6 aprile aperto 10.00 - 18.30

 

Basilica di San Petronio
Lunedì-venerdì: 10.00-14.00 e 15.00-18.00
Tutti i sabati, 24 e 31 dicembre, 5 gennaio e 4 aprile: 10.00-14.00 e 15.00-17.00
Domenica e festivi: 15.00-18.00
Per esigenze liturgiche gli orari potranno subire variazioni.

Museo Civico Medievale
intero € 6,00, ridotto € 4,00
Nei giorni di svolgimento di ART CITY Bologna (23-25 gennaio 2015) ingresso gratuito per i possessori del biglietto Arte Fiera


Basilica di San Petronio
intero € 5,00, ridotto € 3,00

 

Il biglietto di ingresso intero ad una delle due sedi espositive dà diritto alla riduzione sull'ingresso nell'altra sede

Museo Civico Medievale

Inaugurazione venerdì 12 dicembre 2014 ore 17,30

Giovanni da Modena. Un pittore all'ombra di San Petronio