Welcome is Bologna

F/I - Nuova Oggettività e industria. Collection Regard | Foto di Hein Gorny

Dal: 3/10/2015 - Al: 1/11/2015

Palazzo Pepoli. Museo della Storia di Bologna

via Castiglione 8 - 40124 Bologna (BO)

Tel: +39 051 19936370

Riferimento mappa: D-4

Data ultimo aggiornamento: 03/11/2015, 08:38

FOTO/INDUSTRIA 2015

Hein Gorny
Berlino, Germania


NUOVA OGGETTIVITÀ E INDUSTRIA
COLLECTION REGARD

 
Genus Bononiae, Museo della Storia di Bologna
3 ottobre - 1 novembre 2015

 

Prodotti industriali ed elaborazione dell’immagine negli anni 1920-1930 in Germania - Hein Gorny è stato un fotografo industriale e commerciale molto apprezzato in Germania. Numerosi tra i suoi committenti in ambito industriale, come Pelikan (fondata nel 1839 per la produzione di oggetti di cartoleria), Bahlsen (azienda di biscotteria creata nel 1889) e Rogo (produttrice di nylon, fondata nel 1886), attribuivano grande valore alla modernità, all’estetica e al design, non solo in riferimento all’architettura delle strutture produttive e al design dei prodotti, ma anche in relazione alla loro rappresentazione visiva e fotografica.
L’universo di immagini di Gorny attinse a quelle tendenze propagatesi in campo fotografico in relazione alle teorie del Bauhaus e del Deutscher Werkbund. In quanto precursore del noto Bauhaus, il Deutscher Werkbund aveva promosso la “buona forma” nell’arte, nell’industria e nell’artigianato a partire dal 1907, con l’intenzione di generare effetti retroattivi positivi sull’ambiente e nel 1929 introdusse al pubblico posizioni d’avanguardia in ambito fotografico nell’ampia mostra itinerante Film und Foto.
Mentre da un lato il movimento Nuova Visione esplorava i limiti estremi del visibile con un approccio sperimentale alla luce e ai materiali, dall’altro i fotografi della Nuova Oggettività consideravano le innate, specifiche qualità della fotografia essenziali per una rappresentazione del mondo che fosse obiettiva.
Gorny riuscì a conciliare gli interessi economici dei suoi clienti con le caratteristiche di questi due approcci all’immagine, attenuando le prospettive estreme e il ricorso a composizioni astratte e da qui sviluppando un suo stile commerciale.
Ciò che queste nuove tendenze in fotografia avevano favorito– un nuovo modo di guardare e descrivere il mondo dell’industria – è testimoniato con molta chiarezza da un gran numero di lavori sperimentali che Gorny produsse per se stesso e anche, seppur più raramente, su commissione. Le macrofotografie e le riproduzioni seriali ponevano in risalto la forma degli oggetti ritratti e, insieme, la perizia tecnica del fotografo e via via nascevano composizioni che sconfinavano nell’astratto.

LEGGI TUTTO SU QUESTA MOSTRA

 

 

La mostra di Hein Gorny fa parte della sezione tematica PRODOTTI di FOTO/INDUSTRIA 2015, la seconda biennale promossa e organizzata dalla Fondazione MAST con la Direzione Artistica di François Hébel. Quattordici mostre a ingresso gratuito in prestigiose sedi del centro storico e al MAST, dedicate alla fotografia industriale, al lavoro e all’impresa. Curatore Urs Stahel.

 

Maggiori informazioni e aggiornamenti su www.fotoindustria.it

  • Dal: 3/10/2015
  • Al: 1/11/2015

da martedì a domenica 10.00 - 19.00

Notte Bianca di Foto/Industria: sabato 31 ottobre apertura straordinaria fino alle 24.00

ingresso alla mostra gratuito