Welcome is Bologna
MAP

Bologna – San Luca

Percorso che, dal centro della città, raggiunge il Santuario di San Luca, tradizionale meta di pellegrinaggi religiosi legati alla devozione dell’immagine della Beata Vergine. Il percorso offre la possibilità di conoscere i portici bolognesi, candidati come patrimonio mondiale dell’Unesco.

Il porticato che collega Porta Saragozza al Santuario della Madonna di San Luca è il più lungo del mondo con i suoi 3,5 km. Costituito da 666 archi, ciascuno contrassegnato da un numero progressivo: i primi 306 collegano Porta Saragozza all'Arco del Meloncello mentre gli ultimi 360 sono quelli situati nel tratto collinare che va dal Meloncello al colle della Guardia. Questi ultimi sono intervallati da 15 cappellette che illustrano il mistero del rosario.
Il percorso prevede l’escursione all’interno del Parco Talon. Partendo da Piazza Maggiore, passando dalla Fontana del Nettuno, si raggiunge la chiesa di S. Martino di Casalecchio di Reno sulla via Porrettana con il bus 20 e si prosegue lungo il sentiero dei Bregoli all'interno del Parco della Chiusa (detto Parco Talon dal nome della Villa Sampieri Talon che domina il parco), da dove si raggiunge il Santuario di San Luca. Il rientro prevede la discesa lungo il porticato che conduce all'Arco del Meloncello e poi lungo via Saragozza, passando per Porta Saragozza, si arriva al Collegio di Spagna e da via de' Carbonesi, proseguendo sul percorso pedonale di via Massimo d'Azeglio si ritorna a Piazza Maggiore.

SCARICA L'ITINERARIO GRATUITO IN ALTRE LINGUE

Heiligtum der Madonna di San Luca   Sanctuaire de la Madonna di San Luca   El Santuario de la Madonna di San Luca   СВЯТИЛИЩЕ МАДОННЫ СВЯТОГО ЛУКИ

Piazza Maggiore

Piazza Maggiore

Cuore della città, Piazza Maggiore è il risultato di secolari trasformazioni che la arricchirono via via di importanti edifici: la Basilica di San Petronio, il Palazzo dei Notai, il Palazzo d’Accursio, il Palazzo del Podestà e il Palazzo dei Banchi.

Piazza Nettuno

Piazza Nettuno

Nata nel 1565 con il fine di dare risalto alla statua del Nettuno a cui deve il nome, la piazza fu il risultato di un lavoro che vide l'ingrandimento dello spazio esistente tra il Palazzo del Comune e il Palazzo del Podestà attraverso l'abbattimento di un isolato di fabbricati.

Chiesa di S. Martino a Casalecchio di Reno

Chiesa di S. Martino a Casalecchio di Reno

Fondata nel Seicento dai Frati Martiniani, la chiesa parrocchiale di San Martino, a chi viene da Bologna, appare improvvisamente dopo la curva di Villa Ghillini. Fino a non molti anni addietro la chiesa dominava tutta Casalecchio di Reno, dal suo terrazzo naturale appoggiato alla collina e ai boschi del Monte Castello.

Sentiero del Bregoli

Sentiero del Bregoli

E' un sentiero affascinate e pittoresco, pieno di storia. I Bregoli è un sentiero CAI 112/A abbastanza impegnativo per le pendenze di percorso dove la distanza tra la chiesa di San Martino e la Basilica di San Luca è di circa 1,7 km.

Parco della Chiusa

Parco della Chiusa

Noto ai Casalecchiesi anche come Parco Talon, è costituito da quanto rimane dei possedimenti dei marchesi Sampieri Talon, che dal '600 costruirono ville e parco nei terreni di loro proprietà.

Santuario di San Luca

Santuario di San Luca

Tradizionale oggetto di culto religioso legato alla devozione dell'immagine della Beata Vergine di S. Luca nonchè confortante approdo visivo per i bolognesi che rientrano in città, il Santuario posto sul Colle della Guardia rappresenta uno dei simboli di Bologna.

Arco del Meloncello

Arco del Meloncello

Fu compiuto nel 1732 su disegno di Carlo Francesco Dotti. Da qui inizia il tratto di portico che sale fino al santuario di San Luca, intervallato da quindici cappelle con raffigurazioni dipinte dei Misteri del Rosario.

Porta Saragozza

Porta Saragozza

Porta Saragozza per le vicende che la riguardarono soprattutto dal XVII secolo in poi, potrebbe essere chiamata la “Porta sacra” o la “Porta dei pellegrini”; e non solo perché da lì passavano i fedeli che raggiungevano la sommità del colle della Guardia per venerare l’icona della B. V. di San Luca, ma anche perché il suo nome - probabilmente derivato da una mitica vittoria degli eserciti cristiani contro i musulmani – evocava l’occidente lontano dei pellegrinaggi in terra iberica.

Collegio di Spagna

Collegio di Spagna

Il complesso viene fondato dal cardinale Egidio Albornoz nel 1364 per ospitare gli studenti spagnoli iscritti nella celebre Università cittadina.