Welcome is Bologna

Balena della Val di Zena

Via Gorgognano 9, 40065 - Pianoro (BO)
MAP

Data ultimo aggiornamento: 26/05/2017, 15:12

In Val di Zena c’è un monumento, opera degli studenti dell’Accademia di Belle Arti di Bologna, raffigurante un’antichissima balena di 9 metri, i cui resti furono rinvenuti in quei luoghi. 

Nel 1965, in località Gorgognano (sul versante idrografico sinistro della valle del torrente Zena, a pochi chilometri da Pianoro, ad est dell’antica via della Futa) un contadino che lavorava in un campo trovò i resti di una Balaenoptera Aucutorostrata, risalente al Pliocene, tra i 2 e i 5 milioni di anni fa.

Il cetaceo preistorico era andato probabilmente a spiaggiarsi sul bagnasciuga di quello che era allora il Bacino Intrappenninico bolognese e il suo corpo, grazie a bassi fondali, era stato risparmiato dagli attacchi dei predatori.

A seguito dell’intervento di recupero e consolidamento operato all’epoca dal personale dell’Istituto di Geologia e Paleontologia dell’Università di Bologna, i resti fossili, quasi completi, della balena, sono oggi conservati e visibili presso il Museo Geologico “Giovanni Capellini”, a Bologna.