Welcome is Bologna

Dottor Balanzone

Bologna (BO)

Data ultimo aggiornamento: 04/05/2016, 18:38

Antica maschera che risale alla commedia dell'arte del 1600, era uno dei “vecchi” che rappresentava un personaggio ricorrente, insieme a Pantalone. Rappresenta la maschera tipica di Bologna e infatti parla con spiccato accento bolognese.
Riassume uno dei caratteri più significativi di Bologna, città definita “la dotta” per via della sua antica Università. Infatti Balanzone è il “dottorone” per eccellenza che rappresenta in chiave comica e burlesca la saccenteria.
Di aspetto gaudente e fisico robusto per non dire grasso, come "grassa" è la sua Bologna.
Le sue sentenze vengono dettate con tono austero e cattedratico, e accade spesso che approfitti della stima di cui gode per portare a termine interessi personali, senza curarsi degli altri. Tutto viene comunque rimesso a posto dagli scherzi dei suoi servi o dalle “randellate” di Fagiolino, altra maschera tipica bolognese, coeva di Balanzone.
E' vestito tutto di nero -  veste, mantello e berretto a feluca- con solo il bavero bianco. Porta una curiosa maschera, di colore nero, che gli copre parzialmente il volto, lasciando scoperte le guance, forse per mostrare le gote rosse del buon mangiatore. Non per niente egli rappresenta la città definita anche “la grassa”.

 

Tratto da:
Sergio Sangiorgi, I burattini. Maschere, storia e atti unici, Editore Ponte nuovo, Bologna 1980, p. 26-27.

R. Danielli, Fagiolino c'è. Cinquant'anni di burattini bolognesi, Alberto Perdisa editore, Bologna 2004, pp. 42-43.