Welcome is Bologna

Museo della Canapa

Porta Asìa - Pieve di Cento (BO)

Tel: +39 051 8904821

MAP

Data ultimo aggiornamento: 26/05/2017, 16:17

Collocato all’interno di Porta Asìa, una delle quattro storiche porte di acceso a Pieve di Cento, il museo raccoglie i cimeli che documentano la fonte economica più redditizia a Pieve dall’ottocento fino agli anni sessanta del novecento, ovvero la lavorazione della canapa.

Frutto di un recente riallestimento, il museo illustra al visitatore i diversi aspetti dell’economia locale legati alla produzione di questa fibra naturale: dall’agricoltura al commercio fino all’artigianato e alle prime industrie locali.

Attraverso numerosi oggetti, spesso rudimentali, viene testimoniata la lavorazione della canapa in tutte le sue fasi: gli strumenti del contadino per la produzione, il gargiolaio per la raffinatura, la filatrice e la tessitrice per la sua lavorazione, gli attrezzi per la realizzazione del cordame, sono tutti oggetti che restituiscono una ricerca antropologica legata a questa produzione tipica della pianura bolognese.

Il biglietto d'ingresso, cumulativo per la visita in giornata a tutte le sedi, è di:

Intero € 5

Ridotto € 3

Gratuito per residenti, giovani fino ai 18 anni, studenti universitari, possessori Card Musei Metropolitani di Bologna, persone con disabilità e un accompagnatore, insegnanti che accompagnano una scolaresca, guide turistiche munite di patentino, militari

Il biglietto è acquistabile presso la biglietteria automatica al Museo delle Storie di Pieve, Piazza della Rocca 1.

Maggiori informazioni sul sito

Il Museo delle Storie di Pieve, l’Archivio fotografico digitale G. Melloni, la Pinacoteca Civica, il Teatro e Museo della Musica e il Museo della Canapa compongono il circuito museale di Pieve di Cento e fanno parte del circuito della Card Musei Metropolitani. dettagli

Nei mesi marzo-maggio e settembre-novembre: 
tutte le domeniche 10-13 e 15:30-18:30

Nei mesi di giugno e luglio:
tutte le domeniche 10:00-13:00 e 16:30-19:30

Chiuso nei mesi di dicembre, gennaio, febbraio e agosto - Natale, Capodanno e Pasqua