Welcome is Bologna

Casa Carducci

Piazza Carducci, 5 - 40125 Bologna (BO)

Tel: +39 051 347592

Riferimento mappa: E-6

Data ultimo aggiornamento: 23/11/2016, 09:34

Situato nello spalto dell'antica cinta muraria fra la porta Maggiore e la porta Santo Stefano, l'edificio di Casa Carducci risale al XVI e attesta una storia più che bisecolare di luogo di culto. L'opera di restauro conservativo eseguita negli anni 1987-1988 dal Servizio di Edilizia Storico-Monumentale del Comune di Bologna ne ha messo in luce, infatti, il primitivo assetto di chiesa, dimora ed oratorio della Confraternita di Santa Maria della Pietà, detta del "Piombo" in onore di un'immagine della Pietà incisa su una lastra di piombo rinvenuta sul luogo il 12 giugno 1502. Il portico, a colonne binate, fu eretto nel 1611 e chiuso nel 1871. La Chiesa e l'adiacente oratorio, più volte rimaneggiati ed ingranditi nel corso degli anni, ebbero vita fino al 1798, quando in seguito alla soppressione della confraternita, i locali ad essi adibiti furono venduti dal governo repubblicano a privati che li trasformarono in civili abitazioni. Vi abitò, dal 1890 al 1907 (anno della sua morte), Giosuè Carducci che si era stabilito a Bologna poiché chiamato dal Ministro dell'Istruzione a ricoprire la cattedra di eloquenza Italiana dell'Università. Nel 1906 la Regina Margherita di Savoia acquistò dai proprietari non solo l'appartamento occupato dal Carducci (al secondo piano dell'edificio), ma l'intero villino denominato del "Piombo" (con annesso giardino),  dopo avere acquistato nel 1902 la biblioteca e l'archivio dello scrittore, allo scopo di evitare qualunque pericolo di dispersione e divisione della libreria del grande Poeta e delle preziose raccolte dei suoi autografi e carteggi. Il 22 febbraio 1907 la casa-biblioteca venne donata al Comune di Bologna, che si impegnava a conservarla perpetuamente, garantendone nel contempo la pubblica utilità. Al piano superiore dell'edificio si trova la Biblioteca e Museo di Casa Carducci, mentre al piano terra, dal 1990 la sezione espositiva del Museo Civico del Risorgimento. Adiacente all'edificio si trova il Giardino Memoriale G. Carducci dove spicca il grandioso "Monumento Carducci" in marmo di Carrara compiuto da Leonardo Bistolfi nel 1928.

in bus: linee e orario sul sito www.tper.it

in auto: situato in zona a traffico limitato ZTL. Uscite tangenziale più vicine n. 11 e 11bis direzione centro

intero € 5,00, ridotto € 3,00 (visitatori over 65 anni, visitatori di età maggiore di 18 anni e minore o uguale a 25 anni, gruppi di almeno 10 unità, possessori Family Card e Carta Giovani del Comune di Bologna, enti e associazioni convenzionati)

Biglietto gratuito: prima domenica del mese, visitatori di età fino a 18 anni compiuti, studenti Scuole Secondarie di II grado, studenti universitari muniti di tesserino, due accompagnatori per gruppo scolastico,  1 accompagnatore per gruppo di almeno 10 unità,  1 accompagnatore di minore che partecipa a laboratori programmati dal museo, guide turistiche munite di tesserino,  giornalisti muniti di tesserino, portatore di handicap e accompagnatori, soci ICOM, enti e associazioni convenzionati,soggetti elencati art. 4 co 3 lettera a, b, d, e, f, g, h, i - Decreto n. 507 del 11/12/1997 e ss.mm. (anche studenti e docenti del Conservatorio e di altri istituti equiparati di cui alla lett. h), possessori Card Musei Metropolitani,  possessori Bologna Welcome Card

da martedì a domenica: 9.00-13.00. Chiuso: lunedì, festivi infrasettimanali, 1 maggio, 25  dicembre, 1 gennaio. 

8 dicembre 2016: chiuso.
24 e 31 dicembre: ore 9-13.
Natale (25 dicembre): chiuso.
Santo Stefano (26 dicembre): ore 9-13.
Capodanno (1° gennaio): chiuso.
Epifania (6 gennaio): ore 9-13.