Salta a contenuto
it en

Mostre





Bologna Bella - I disegni della donazione Cavazza al Museo della Tappezzeria: Aemilia Ars e Alfonso Rubbiani

Mostre

Bologna Bella - I disegni della donazione Cavazza al Museo della Tappezzeria: Aemilia Ars e Alfonso Rubbiani

8/06/2014 - 31/07/2015

Il Museo Storico Didattico della Tappezzeria "Vittorio Zironi" presenta dall' 8 Giugno al 31 Dicembre 2014 la mostra “Bologna Bella, i disegni di gioielli della donazione Cavazza: Aemilia Ars e Alfonso Rubbiani”. Con questo allestimento viene presentato al pubblico in maniera completa ed integrale la prestigiosa e generosa donazione di immagini contenute nell'album 19 della donazione Cavazza, rara testimonianza del settore gioielleria della Società Aemilia Ars.






Escher

Mostre

Escher

12/03/2015 - 19/07/2015

Il nuovo spazio Palazzo Albergati-Art Experience a Bologna inaugura con la grande retrospettiva dedicata al visionario artista e incisore olandese Maurits Cornelis Escher.



Giovanni da Modena. Un pittore all'ombra di San Petronio

Mostre

Giovanni da Modena. Un pittore all'ombra di San Petronio

13/12/2014 - 12/04/2015

Il Museo Civico Medievale, in collaborazione con la Basilica di San Petronio, dedica ad uno dei maggiori protagonisti della pittura tardogotica in Italia, Giovanni di Pietro Falloppi, meglio noto come Giovanni da Modena, l'esposizione Giovanni da Modena. Un pittore all'ombra di San Petronio a cura di Daniele Benati e Massimo Medica.




Macrocosmi

Mostre

Macrocosmi

21/01/2015 - 7/04/2015

In concomitanza con ArteFiera 2015, CUBO presenta un dialogo artistico - culturale tra Bologna e Berlino. I suoi spazi ospitano le opere di Ettore Frani, Gianni Moretti, Stefano Ronci e Ingeborg zu Schleswig Holstein.



Morandi e l'antico: Vitale da Bologna, Barocci, Rembrandt e Crespi

Mostre

Morandi e l'antico: Vitale da Bologna, Barocci, Rembrandt e Crespi

7/11/2014 - 17/05/2015

Nell’anno in cui ricorre il cinquantesimo anniversario della morte di Giorgio Morandi, un nuovo allestimento si focalizza sul suo rapporto con l'arte antica introducendo nel percorso espositivo alcuni capolavori di autori del passato, da lui amati e studiati, anche a testimonianza di quanto la modernità della pittura di Morandi abbia tratto origine dall’antico.